Car2Go Milano: il bilancio dei primi due mesi del nuovo carsharing

Oltre 40mila iscritti: il servizio del gruppo Daimler è un successo. Ma i rovesci della medaglia non mancano.

Se Guidami, il carsharing del Comune, all'inizio era stato un flop, lo stesso non si può proprio dire per Car2Go, il servizio creato dal gruppo Daimler, ovvero Mercedes: a 7 settimane dal suo arrivo in Italia gli iscritti hanno superato quota 40mila, andando molto oltre le previsioni di 30mila. Insomma, un successo.

Il rovescio della medaglia però non manca, ed è il perimetro troppo ampio che queste smart a noleggio possono percorre all'interno della città: 120 chilometri quadrati. Con il risultato che, al ritorno dal lavoro, molte auto vengono abbandonate nella periferia profonda della città, costringendo gli addetti al servizio a rincorrere le vetture sparse per ridistribuirle. Questo perché, a differenza di GuidaMi, le auto della flotta Car2Go possono essere lasciate ovunque: un app per smartphone consente di localizzare la più vicina ed è poi lo stesso cliente a "recuperarla" e spostarla.

Un sistema molto comodo, ma che ha, appunto, dei lati negativi. Ragion per cui i vertici di Car2Go chiedono che la superficie a disposizione delle smart venga ridotta a 115 chilometri quadrati, mentre per ovviare alla penuria di auto in centro si pensa già di rafforzare il servizio. Altro problema sono i danni apportati alle auto, anche se la società chiarisce che "la media è di poco superiore a quella delle altre città europee". Anche questo effetto collaterale potrebbe essere migliorato restringendo il perimetro e facendo così in modo che le strade meno frequentate - e in cui è più facile fare danni - non siano più raggiungibili.

Ma quanto costa e come funzione Car2Go? Chi noleggia la vettura può tenerla senza limiti di tempo e senza dover pagare canoni mensili o annuali, semplicemente registrandosi al servizio e pagando solo nel caso di effettivo noleggio della vettura. Il costo del noleggio, ammonta a 0.29 euro al minuto, ovvero 17.40 euro all’ora, benzina inclusa. Come per GuidaMi, si può parcheggiare ovunque, strisce blu e gialle comprese e ovviamente entrare senza pagare in Area C. Per maggiori informazioni e per iscriversi, si può andare sul sito ufficiale.

  • shares
  • Mail