Colonne di San Lorenzo: un laboratorio artistico per la pace tra movida e residenti?


Girovagando su Facebook ho scoperto che un tale Simone Tortini è riuscito ad aggiudicarsi il sagrato delle Colonne di San Lorenzo per organizzare una serie di mostre sul tema della convivenza nella piazza, con il benestare del Comune e del parroco di San Lorenzo. Per annunciarlo ha fondato un gruppo sul noto social network, "Laboratorio di dialogo artistico alle Colonne", in cui spiega:

"Questa serie di esposizioni vedrebbe come protagoniste le opere di autori giovani ed emergenti, contrapposte a quelle dei cittadini del quartiere che si lamentano del casino creato dalla vita notturna in Ticinese (..) Lo scopo è far prendere coscienza ad entrambi i soggetti delle altrui necessità in modo da compiere il primo passo per l'instaurazione di un dialogo costruttivo che porti ad un equilibrio tra le varie esigenze"

In questo momento il gruppo è alla ricerca di giovani che propongano le loro opere, per cui se avete tendenze artistiche fatevi sotto. A me interessa però sapere che cosa ne pensate di questa iniziativa: si tratta di un buon modo di ravvivare la città e aiutare la pace sociale delle notti milanesi? Oppure è solo la solita aria fritta da artisti con la testa nelle nuvole e i piedi poco per terra?

Foto | Flickr.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: