Tragedia di Linate, 12 anni dopo: Pisapia, "Milano non dimentica quel giorno"

L'incidente avvenne alle ore 8.10 sulla pista dell'aeroporto, morirono 118 persone

Ricorre oggi il 12mo anniversario della tragedia aerea di Linate. Nel terribile incidente, il più grave mai avvenuto in Italia, morirono 118 persone. Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, nel ricordare le vittime, ha detto:


"Milano non dimentica quel giorno, l’8 ottobre del 2001, quando da Linate arrivarono le prime notizie su quella che poi fu una vera e propria tragedia. Milano non dimentica le vittime, i loro familiari e chi è sopravvissuto a quello scempio. Da quella tragedia però è nato qualcosa di positivo, un lavoro costruttivo comune che da 12 anni prosegue anche dopo le commemorazioni. Un impegno per compiere, giorno dopo giorno, passi avanti nel settore della sicurezza aeroportuale. Oggi gli aeroporti italiani hanno i livello più alti di sicurezza, Linate in particolare"

Il primo cittadino ha anche ricordato che

"se sono stati raggiunti questi risultati è grazie soprattutto all’impegno e al lavoro di ricerca del ‘Comitato 8 Ottobre Per non dimenticare’, l’associazione più attiva in materia di sicurezza del volo, diventata un punto di riferimento anche a livello internazionale. Sono certo, che questa collaborazione tra le Istituzioni e il ‘Comitato 8 Ottobre Per non dimenticare’ continuerà sempre di più. La memoria è lo strumento giusto per poter guardare con speranza e fiducia al domani"

L'incidente avvenne alle 8.10: un aereo della compagnia aerea SAS, in fase di decollo, entrò in collisione con un Cessna Citation CJ2 entrato a causa della fitta nebbia in pista per errore.

Dopo l'impatto, il primo aereo non riuscì a decollare e si schiantò contro l'edificio adibito allo smistamento dei bagagli, che si trova sul prolungamento della pista. Morirono tutti gli occupanti di tutti e due gli aeromobili, insieme a quattro addetti allo smistamento bagagli che stavano lavorando. Unico sopravvissuto fu Pasquale Padovano, che riportò gravi ustioni.

Ci fu in seguito un processo, per stabilire le responsabilità di quanto accaduto: nel 2008 la Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della corte d'Appello di Milano, che aveva condannato otto persone (dipendenti Enav e Enac) a pene tra i 2 anni e 8 mesi e i 6 anni e 6 mesi. Grazie all'indulto vennero ulteriormente ridotte di 3 anni tutte le pene detentive.

La vicenda ha ispirato un lavoro teatrale di Giulio Cavalli, "Linate 8 ottobre 2001: la strage".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail