Il Rock in Idro diventa il Rock in Sharp: la storia di uno spostamento non annunciato



Era previsto all'Idroscalo il Rock In Idro, festival di due giorni con un nutrito calendario di musica rock (Faith no More, Limp Bizkit, Social Distortion, Babyshambles, etc.). Notizia di ieri, il Rock In Idro è stato improvvisamente estromesso dal calendario degli eventi. I promoter del Rock In Idro, con stupore, hanno appreso che il festival - a differenza di quanto approvato nel mese di marzo 09 dalla direzione artistica di ‘Idroscalo in Festa’ - non era menzionato nel programma presentato dalla giunta Penati nella recente conferenza stampa di presentazione della stagione estiva.

Gli organizzatori – Hub Music Factory – ci tengono a precisare che: "Non è mai stata comunicata nessuna motivazione ufficiale che avrebbe portato a questa inaspettata decisione". Da indiscrezioni sembra che la motivazione principale del clamoroso ‘sfratto’ sia la collocazione temporale del festival proprio nella settimana a ridosso del ballottaggio per decidere chi sarà a governare la Provincia. E' polemica. Il grande dubbio è questo: come può una manifestazione musicale influire o interferire sullo svolgimento delle elezioni provinciali? La provincia replica:


In merito alle notizie fuorvianti apparse oggi su alcuni organi di stampa sul festival "Rock in Idro" all'Idroscalo, la Provincia di Milano precisa che il cartellone degli spettacoli per l’estate 2009 non prevede questa manifestazione. La delibera non prevedeva nelle date del 13 e 14 giugno la manifestazione definita "Rock in Idro". La Provincia di Milano precisa inoltre che Rock in Idro non è un appuntamento fisso del "calendario rock" annuale, tant'è che nel 2008 il festival non si è svolto.

Risultato: la Provincia di Milano non ha quindi negato nessuna area né tanto meno cancellato una manifestazione che non era prevista dal calendario né proposta o richiesta da alcuna associazione o ente promotore. Rimane di a chiedersi di chi sia la colpa. Appare paradossale che gli organizzatori abbiano deciso di fare una manifestazione in un posto senza autorizzazione. Se la indiscrezione delle elezioni fosse vera si apre una questione: "come la musica in generale, e quella dal vivo in particolare, può essere usata e poi scaricata per meri calcoli politici, senza il minimo interesse per le conseguenze economiche?". Paradosso inglese: gli Oasis terranno un concerto a Manchester lo stesso giorni delle elezioni europee. Il Comune stava pensando di spostare le elezioni di un giorno "per non turbare la manifestazione".

Gli organizzatori hanno tentato di avere un confronto con la Provincia per poter, innanzitutto, capire i reali motivi di questo cambiamento di intenti e trovare una soluzione affinché il Rock in Idro rimanga nel luogo dove e’ nato, ma senza risultati. La soluzione alternativa è stata individuata nel Palasharp di Milano, con un allestimento che prevede sia la parte outdoor del parcheggio collegato sia la parte indoor. Sarà ma il Palasharp d'estate raggiunge temperatura inumane.

Intanto su Facebook serpeggia la protesta: "Vogliamo il 13 e 14 Giugno stare all'aperto e non chiuderci in un palazzetto".

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: