Bombe d'acqua piovono su Milano

Il nubifragio che si è scatenato ieri sera ha provocato danni in città e nell'hinterland. Alberi caduti, allagamenti e disagi nei trasporti.

Oggi, e almeno per il momento, splende il sole su Milano. Ma la tempesta che si è rovesciata ieri sulla città e parte della Lombardia ha lasciato il segno. Strade allagate, così come case, cantine e sottopassi. Addirittura l'acqua ha fatto il suo ingresso in Galleria Vittorio Emanuele: le volte dell'Ottagono hanno lasciato passare la pioggia e sui marmi della pavimentazione della Galleria si sono formate piccole pozze d'acqua.

Causa anche delle bombe d'acqua, neologismo che sta prendendo piede e che, secondo Wikipedia, nasconde nient'altro che il vecchio nubifragio. Certo, "bombe d'acqua" è un termine più guerrafondaio e accattivante, ma non è che sia comparso dal nulla un nuovo fenomeno metereologico. Si tratta più che altro di una traduzione dell'inglese cloudburst, traduzione invero abbastanza libera, visto che quella letterale sarebbe "esplosione di nuvola".

Tornando agli effetti di queste bombe d'acqua, ci sono stati anche parecchi disagi: cinque voli sono stati dirottati da Malpensa a Torino, in particolare quelli che arrivavano da Parigi, Amburgo, Copenhagen, Praga e Doha. Guasti invece per quanto riguarda i treni: tra Cocquio e Cittiglio sulla Milano-Varese-Laveno: c'è stato un blocco della circolazione per alcune decine di minuti.

Nei dintorni di Milano si segnalano moltissimi alberi caduti nelle zone di Magenta, Legnano e Lainate. Ma anche a Milano un tronco abbattuto è caduto sulle rotaie del tram di via Montenero bloccando la circolazione dei mezzi pubblici.

  • shares
  • +1
  • Mail