Expo 2015: a Milano ci sarà una guerra di 'ndrangheta?

Ndrine a Milano: la mappa

Dei legami tra la 'ndrangheta e la Milano Che Costruisce, abbiamo scritto in passato. Abbiamo anche interpellato chi di dovere, ma, come dire, si è mostrato restio a rispondere alle nostre domande: torneremo. Ora però, si torna a parlare di Expo 2015 e di criminalità organizzata, dopo un'inchiesta pubblicata su Calabria Ora, in cui si tracciano linee precise su cosa ci aspetti per i prossimi anni, basandosi su rapporti dei Ros e dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato.

In sintesi i clan del Nord, quelli che vivono qui, quelli cui ti devi rivolgere per scavare un buco un pò ovunque in città, vogliono affrancarsi da quelli del Sud,

"Siamo in presenza di una sequenza di episodi delittuosi che necessitano di una lettura complessiva - si legge in uno di questi stralci riportati dal giornale - Ci sono sodalizi criminali operanti al Nord che rivendicano una propria autonomia operativa, entrando sempre più in conflitto con gli originari clan di 'ndrangheta calabresi"

E prosegue
"Non ci sono più tanti satelliti che ruotano attorno a un unico sole, la 'ndrangheta di San Luca, ma una struttura federata disposta a dialogare con la casa madre, ma non più a condividere con essa i profitti"

Già già: ma le parole di Ingroia ("Il Nord sottovaluta le infiltrazioni mafiose") se ricordate, erano state definite "offensive", da Roberto Castelli.

Ndrine a Milano: la mappa
Ndrine a Milano: la mappa

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: