A Carnate limite di velocità di 30 all'ora in tutto il Comune: "Non ci sono soldi per riparare le buche"

Casse vuote e 40mila euro di risarcimento danni. Così il sindaco si affida alla soluzione drastica.

Se già non ci sono i soldi per riparare le buche, il risarcimento danni chiesto dagli automobilisti che in quelle buche ci finiscono può dare il colpo del ko al bilancio comune. E siccome Carnate si trova proprio in questa situazione, la soluzione è stata trovata nell'abbassare il limite orario a 30 all'ora in tutto il Comune. Così, sai mai, magari fioccano le multe e si riesce a portare un po' di fieno in cascina.

A partire da domani, quindi, in tutta Carnate non si potranno superare i 30 chilometri orari. L'ordinanza l'ha firmata il sindaco Daniele Nava del Pd e dal comandante della Polizia Locale, Filippo Alberghina. Proprio il sindaco spiega a Repubblica Milano: "Non è il patto di stabilità che ci blocca le spese, noi non abbiamo un euro". Non aiutano le richieste di risarcimento danni che si sono accumulate e hanno raggiunto quota 40mila euro: "Sta diventando un'usanza, le persone dicono di aver rotto l'auto passando sul nostro territorio".

Non è detto che si tratti di richieste di risarcimento fasulle, però, visto che il manto stradale non viene rifatto da anni ed è lo stesso Comune ad ammettere che non ci sono i soldi che servirebbero per sistemarlo. Così, ogni settimana, almeno un automobilista si presenta nella speranza di incassare qualcosa.

Da domani si andrà più piano, così le buche si vedranno meglio e anche i danni per chi non riuscirà a evitarle saranno meno gravi. Chi verrà beccato a superare i 30 all'ora dovrà invece sborsare dai 41 ai 168 euro. Gli abitanti sono 7.300, chissà che non si sia trovato il modo per colmare almeno la voragine del bilancio.

  • shares
  • +1
  • Mail