Recensioni: Karakorum, ristorante giapponese e mongolo in Porta Venezia

Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia

L'ennesimo ristorante giapponese, stavolta in zona Porta Venezia? Non proprio, perchè Karakorum ci offre anche pietanze dalla Mongolia, il che, lo ammetterete, è un pochino meno frequente, rispetto all'overdose di nipponico che troviamo in pratica ad ogni angolo di strada. Ci avete fatto caso? Ci sono molti più ristoranti giapponesi che fruttivendoli, o pescherie negli ultimi tempi.

Ma forse è una mia impressione: e parliamo di Karakorum di via Tadino 4, il Giappone e la Mongolia, a due passi da piazza Oberdan.

Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia
Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia
Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia
Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia
Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia

A pochi passi dal kitschissimo balcone del Quiz di Milanesità dell'altro giorno c'è Karakorum, ristorante che ci propone un sincretismo nuovo: tra il Giappone e Mongolia. Cosa mangiano in Mongolia? Io ho assaggiato qualche volta la "pallina di pane biancastra ripiena di carne, che sembra uscita da una puntata di Ranma", ovvero il buuz. Buonissimo, costa anche poco, 4 euro, e riempie come una cucchiaiata di salama da sugo. Nel senso: mangiatene due o tre, e siete a posto anche per cena.

I prezzi sono più che abbordabili, come vedete da una delle foto della gallery. In due, scialacquando in birra, sushi, maki, qualche robina mongola da pizzicare, ve la caverete con un quindici euro a testa, nella norma. Il pesce del sushi è fresco, e la palletta di riso è della consistenza giusta - nel senso che non vi si spappola mentre la immergete nella salsa di soia, evento particolarmente irritante.

Arredo curato, atmosfera molto soft, perfetto se siete in due - occhio alla musica di sottofondo c'è dell'asian pop devastante - unica pecca, i tavoli un pò vicini, percui anche se non vuoi, ti godi la conversazione degli altri, e loro lo stesso. Servizio ottimo, gentili e non pressanti i camerieri - evento raro, quest'ultimo - e disponibilità a riaprire le cucine anche ad orari improponibili, per dire, le 14,45 di domenica, un orario in cui credo molti avrebbero detto "Mangia altrove, caro". Bravi (e perdonate le terribili foto fatte col cellulare).

Karakorum - e Igiban, il fronte giapponese - hanno anche un sito, ma è under construction. Niente male anche il brunch della domenica mattina, si cercano volontari per sperimentarlo...

Karakorum - Ristorante giapponese e mongolo
Via Tadino, 4
Tel: 02-29519840
Cell: 3400024233


Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia
Karakorum: Giappone e Mongolia in Porta Venezia

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: