A Monza alcolici vietati ai minori di 16 anni. A Milano si pensa ad alzarla a 18



Monza ha imposto il divieto di vendere alcolici ai minori di 16 anni. Un'ordinanza che si estende dai supermercati alle pizzerie. E' il primo Comune italiano a introdurre questo divieto, inasprendo l’articolo 689 del Codice Penale che ne vieta già la somministrazione. Esercenti e impiegati dei supermercati dovranno richiedere i documenti ai giovanissimi che vogliono acquistare alcolici.

Oggi l’assessore alla Salute Landi ha annunciato che porterà in giunta una proposta simile per Milano. Anzi, chiamerà i colleghi a valutare l’opportunità di alzare il limite a 18 anni. Proposta che piace al Moige (Movimento italiano genitori), all’assessore alle Attività produttive Terzi, il vicesindaco De Corato e ovviamente il capogruppo Salvini che propone di vietarne la vendita anche ai clandestini (loro dovranno esibire il permesso di soggiorno?).

Al di la della necessità di contrastare la diffusione di alcolici tra i giovanissimi, piaga sempre più diffusa, voi cosa ne pensate? Giusto vietare la vendita di alcolici ai minori di 18 anni? Non si rischierebbe di rendere la cosa una trasgressione affascinante?

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: