Rho - Sciopero dei biglietti per i pendolari, questa volta di fa sul serio

Stazione RhoI disagi per i pendolari che viaggiano verso Milano per venire in città a lavorare è un argomento che spesso è stato oggetto della nostra attenzione. In una città che dovrebbe fare molto per disincentivare l'utilizzo degli automezzi privati appare incredibile che ancora la situazione dei mezzi pubblici sia così grave.

Si inizia domani, 1 luglio, infatti con lo sciopero del biglietto e dell’abbonamento da parte dei pendolari. La richiesta è chiara, la riattivazione immediata della fermata di Rho per i treni interregionali della linea ferroviaria Milano-Torino, sostituita dalla nuova fermata della Fiera, impraticabile per chi vive sul territorio.

L'accordo tra i pendolari sarà quello di rifiutare l'esibizione del biglietto o l’abbonamento ai controllori, sui treni, indipendentemente se questi saranno acquistati o meno. In questi giorni nelle stazioni interessate è stato distribuito un opuscolo che riporta le indicazioni precise su come comportarsi sulle banchine e sui vagoni dei treni per tutti coloro che vogliono aderire a questo sciopero.

Una lettera, firmata da oltre 4000 pendolari è stata inoltre consegnata all’Assessore ai Trasporti della Regione Lombardia, Cattaneo, come forma di contestazione per la soppressione della stazione. Secondo i promotori dello sciopero, la riattivazione della fermata rappresenterebbe anche in vista di Expo 2015 un importante segnale per questo territorio.

Sabato 4 luglio, è inoltre previsto un corteo che dalle 16 partirà dalla stazione per attraversare tutta la città di Rho.

Informazioni sul sito Mobilitati (pendolari TO - MI).

Foto | Varesenews

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: