Metro 5 Milano: le fermate Garibaldi e Isola sono in ritardo

Per quest'anno niente da fare, si spera nei primi mesi del 2014. Sempre che i problemi burocratici vengano superati.

Che i lavori della Metro 5 di Milano siano in ritardo non stupisce nessuno. Anzi, ci sarebbe da stupirsi in caso contrario, visto che tutte le grandi opere a cui si sta lavorando in questo periodo (dall'Expo 2015, alla Metro 4, a Citylife, ecc.) sono tartassate da ritardi e problemi di ogni tipo.

E però almeno per quanto riguarda la Lilla si era un po' più fiduciosi, non fosse altro che perché la scadenza per le due nuove fermate di Isola e Garibaldi erano molto ravvicinate e sembrava che tutto procedesse per il verso giusto. Si era detto che entro il 2013 sarebbero state completate le due stazioni e che queste due aperture avrebbero addirittura portato a un raddoppio delle presenze; merito del collegamento con la linea verde e il passante ferroviario.

Adesso tutto slitta al 2014, per problemi (guarda un po' che novità) di stampo burocratico: i documenti che certificano la sicurezza degli impianti sono fermi a Roma da più di un mese. Si aspetta l'arrivo degli ispettori del ministero dei Trasporti, e si aspetta di conseguenza di sapere quando potrà iniziare la fase di test, della durata di un mese e mezzo, che precede l'apertura al pubblico.

Alcuni parlano di rinvio a gennaio, ma è evidente che lo slittamento potrebbe andare parecchio più in là. Quando finalmente il tutto sarà avviato, si avrà allora un tracciato che passa da 4,1 a 5,5 chilometri, un tempo di attesa che passerà da sei a tre minuti, apertura prolungata fino alla mezzanotte e flotta che salirà a 12 treni, nove in esercizio e tre di scorta.

  • shares
  • +1
  • Mail