Il concerto degli U2, i decibel e la petizione per depenalizzare il reato di disturbo alla quiete pubblica



San Siro aspetta con trepidazione la calata degli U2, maxi evento di due giorni che convoglierà al Meazza più di 100.000 fans. I decibel resteranno al palo: 78, come al concerto dei Depeche Mode, non 80 come promesso. Il tour "360" sarà magniloquente, con maxi schermi, piloni, palco circolare e un pubblico adorante. I cori, però, saranno la goccia che farà traboccare il decibel, su "Pride" e nel battimani di "I Still Haven’t Found What I’m Looking For" saranno dolori, anzi rumori.

A sostegno dei concerti a San Siro arriva l'Assessore Terzi, paladino pop rock, strenuo difensore dei concerti allo stadio, lui che avrebbe voluto far di San Siro "un’arena lirica a cielo aperto come l’Arena di Verona". Sua iniziativa la petizione per chiedere la depenalizzazione del reato di disturbo della quiete pubblica per eventi musicali tenuti su spazi pubblici. Servono almeno 400mila firme.

Questa è una chiamata alle armi della città perchè la paura di perdere San Siro come sede di concerti e' forte. Mostreremo che in una democrazia la volontà di 400mila persone conta di più di quella di 40 che hanno rovinato l'immagine di Milano nel mondo.

Le firme saranno raccolte fino al 14 settembre. Alla chiusura della petizione sarà organizzato un evento a tema in Bovisa.

Aggiornamento: I video del concerto di San Siro li vedete qui su Soundsblog.

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: