Mille Palazzi, 30 nuovi quartieri: il nuovo piano edilizio per Milano

La notizia è grossa perchè ridisegna la città, mutandola profondamente. Le avvisaglie c'erano tutte (la cementificazione del Parco Sud, L'Expo, L'obbiettivo di raddoppiare glia abitanti, gli scali ferroviari dismessi) ma da ieri le intenzioni del Comune sono state scritte nero su bianco con l'approvazione del nuovo piano regolatore. Undici milioni di metri cubi da edificare su 25 nuove aree di trasformazione urbana, sfruttando gli spazi rimasti liberi, dagli ex scali ferroviari alle caserme dismesse, dalla zona attorno a San Siro dell'Ippodromo a quella che sorgerà attorno ai padiglioni di Expo.

La Milano del futuro è "rivoluzionaria", almeno secondo il Comune. Nelle intenzioni di Palazzo Marino, nei prossimi vent'anni Milano dovrà arrivare ad avere il 35 per cento delle case a basso costo come a Madrid, dovrà raddoppiare la quantità di verde attrezzato puntando al modello di Copenhagen, somigliare sempre più a New York per i quartieri con servizi raggiungibili a piedi in cinque minuti o a Berlino per gli spostamenti con i mezzi pubblici.

E voi cosa ne pensate? Siete fiduciosi, o pensate che il nuovo piano regolatore sia solo una colata di cemento?

  • shares
  • +1
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: