Spostamento della Fiera di Sinigaglia: al vaglio nuove alternative

La questione è aperta dal 2006. L'area utilizzata dal mercato, in via Valenza, infatti è di proprietà di Ferrovie dello Stato

La storica Fiera di Sinigaglia(conosciuta anche come 'Fiera di Senigallia'), non trova pace.

E' infatti ancora allo studio il posizionamento della fiera, formata da 164 bancarelle, una questione rimasta aperta dal 2006. Il Comune ha fatto sapere di essersi attivato per cercare soluzioni alternative sia in zona Navigli sia in altre zone.

Palazzo Marino ha precisato che l'area di via Valenza, attualmente utilizzata dal mercato settimanale, è di proprietà privata (Ferrovie dello Stato): è scaduto nei mesi scorsi l'accordo che l'ente aveva stipulato per usare le aree dell'ex scalo ferroviario di Porta Genova, ed è in corso una

"proroga tacita di occupazione degli spazi per garantire la prosecuzione delle attività mercatali"

Tra le soluzioni alternative ipotizzate c'è la possibilità di trasferimento in piazzale Mario Pagano (dove la fiera si svolgerebbe di domenica), che va ad aggiungersi alle altre idee ancora in fase di approfondimento.

Intanto è stato autorizzato per i prossimi 5 fine settimana un mercatino alimentare che occuperà una parte dell'area, corrispondente allo spazio occupato da alcune decine di bancarelle, che saranno quindi spostate.

La storia della Fiera

Il nome di questo mercatino delle pulci, attivo fin dagli anni venti, deriva dal paragone con l'omonima fiera annuale che si svolge a Senigallia, nelle Marche. Nel corso della sua storia si è spostato più volte: dal Bastione di Porta Ticinese a via Calatafimi, fino ad approdare in Darsena. Nel 2005 a causa dei lavori per il parcheggio - qui tutti gli aggiornamenti sulla situazione della Darsena - la fiera è stata spostata a Porta Genova.

Esposti in fiera oggetti di ogni genere, ma Sinigallia è diventata negli anni un appuntamento fisso per i giovani che ascoltano musica rock, metal e punk, alla ricerca di dischi e capi di abbigliamento (e, diciamolo, anche per saltare scuola al sabato).

  • shares
  • +1
  • Mail