Grande Fratello: dietro le quinte dei provini milanesi



Il nostro cugino TvBlog non è mai parco di sorprese. Questa volta ci delizia con un imperdibile reportage sui provini per la nuova edizione del GF che si sono svolti, tra sabato e domenica, all’Atahotel Executive. Qualcuno già lo sento: "Basta parlare del GF, non se ne può più". Qui però non parliamo del programma, ma delle persone che vorrebbero parteciparvi, e sono tante. In totale, solo a Milano, 2.500 provinanti e altrettante storie che rappresentano, volenti o nolenti, uno spaccato fedele della nostra amata Italia.

Quest’anno la caratteristica preponderante di questa tornata di provinandi è la crisi economica: c’è un tasso molto alto di disoccupati rispetto alle precedenti edizioni ma non mancano anche coloro che svolgono professioni “normali” e che partecipano al Grande Fratello per dare una svolta alla propria vita o per realizzare un sogno.

Nel questionario preventivo bisognava rispondere a 3 domande: “Descriviti con tre aggettivi”, “Un’esperienza che segnato la tua vita” e il fatidico “Perchè dovremmo scegliere proprio te?“. Ovviamente molte delle testimonianze riportate dall'articolo potrebbero riempire le pagine di un romanzo pulp di Chuck Palahniuk. Tra gli aspiranti più particolari, un 54enne, Maurizio che vorrebbe partecipare al GF per "Rappresentare il ceto medio", oppure la barista 22enne di Cinisello Balsamo che dice di voler entrare perchè è bionda e “Ogni anno le bionde non mancano mai“. Domani, sempre su TvBlog, l'intervista a Davide Pastrello, uno degli autori del GF.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: