Nuovo Palalido di Milano: i lavori partiranno a dicembre

Dopo aver accumulato due anni di ritardo, si spera nell'inaugurazione per ottobre 2014.

Che più o meno tutti i lavori subiscano ritardi rispetto a quanto preventivato è qualcosa che, almeno in Italia, si dà praticamente per scontato. Ma l'accumulo che stanno mettendo insieme i lavori per il nuovo Palalido sono ancora in grado di stupire: due anni di ritardo e cantiere che non è nemmeno ancora iniziato.

Il tutto a causa, anche, dell'amianto trovato dopo la demolizione del vecchio Palalido, che ha comportato lavori supplementari, un maggiore impegno economico, e ovviamente nuovi ritardi. Ma ormai dovremmo esserci davvero: il cantiere per la costruzione di quello che diventerà il Pala Armani nonché casa dell'Armani Milano dovrebbe partire a dicembre.

Gallery: la demolizione del Palalido di Milano

E così si inizia a ragionare di costi, affitti e sponsorizzazioni, in una riunione che si terrà il 5 dicembre fra l'amministrazione comunale e la società. Il punto riguarda soprattutto la quota che Armani deve versare per dare - come con tutta probabilità sarà - il suo nome al palazzetto nuovo di zecca: finora si parlava di 200mila euro l'anno; ma quelli erano gli accordi se il nuovo Palalido fosse stato pronto entro il 2009. Visto che ormai di tempo ne è passato parecchio, e di palazzetti non se ne vede ancora neanche l'ombra, la giunta proverà ad approfittarne per andare al rialzo. Si vedrà come reagirà la società, non troppo contenta dei continui ritardi.

E quindi, quali sono le nuove tempistiche? A dicembre via al cantiere, a luglio fine dei lavori e a ottobre 2014 inaugurazione del nuovo tempio del basket (ulteriori ritardi permettendo). Rimane però ancora l'incognita parcheggi: cancellati i 131 posti (rimangono i 27 per i disabili), il palazzetto incentiverà così l'arrivo con i mezzi pubblici. Ma dove parcheggeranno autobus e macchine delle squadre o dei gruppi che lì terranno i concerti?

  • shares
  • +1
  • Mail