Davide Mengacci: Un fotografo prestato alla televisione

Davide Mengacci racconta domani i suoi cinquant’anni di fotografia, dai primi ritratti alle compagne di scuola ai ritratti che oggi realizzo ai miei colleghi dello spettacolo e a personaggi della scienza e della cultura italiane.

Mengacci, quello della tv, fotografo? I più abbozzano sulla bocca una smorfia, come a dire: "è capace di fotografare?". Pare di si, e anche bene. La sua prima vera passione è quella per la fotografia in bianco e nero, nata "ammirando gli scatti di Robert Doisneau ed Henri Cartier Bresson e frequentando maestri come Ugo Mulas e Gianni Berengo Gardin". Il presentatore di trasmissioni di successo come 'La domenica del villaggio' e 'Fornelli d'Italia', è quello che si dice "Un fotografo prestato alla televisione", una passione nata e coltivata proprio a Milano.

Sono nato a Milano nel 1948 e ho cominciato a fotografare a 11 anni con una Bencini Comet S. Sette anni dopo ho cominciato a fotografare bighellonando per una Milano nella quale erano ancora molto evidenti i danni causati dalla guerra, la povertà dei cortili delle case di ringhiera ma anche la febbrile volontà di ricostruzione che tuttavia non disturbava una tranquillità urbana che oggi sarebbe sorprendente. La nebbia e il freddo erano quelli degli inverni milanesi di allora ed era proprio in quel clima che cercavo le mie immagini lungo il Naviglio fumante, nei parchi cittadini piastrellati di foglie d’autunno o all’Isola Garibaldi che è uno dei più vecchi quartieri popolari di Milano.

Proprio "Un fotografo prestato alla televisione" si intitola l'evento in programma mercoledì 27 novembre alle 19 all'hotel Cavour in via Fatebenefratelli 21 (in collaborazione con Foto ottica Cavour, la Leica Boutique), nel corso del quale Mengacci presenta gli scatti che ha realizzato dal '67 a oggi. La sua è una fotografia di strada realizzata con trasporto e passione dal 1967 al 2012, ma non mancano i ritratti "che oggi realizzo ai miei colleghi dello spettacolo e a personaggi della scienza e della cultura italiane".

Foto tratte dal sito di Mengacci.

Davide Mengacci fotografo

Davide Mengacci fotografo

  • shares
  • +1
  • Mail