Weekend fuori porta - Le fortificazioni della Linea Cadorna

Linea Cadorna
Il weekend fuori porta di questa settimana ci porta al fresco, sulle montagne che attraversano il nord della provincia di Varese, tra il lago Ceresio e il Verbano. Indossati un paio di scarponcini e con il pranzo al sacco nello zaino partiamo alla scoperta di quello che resta dell'Occupazione Avanzata Frontiera Nord (OAFN), nota anche come Linea Cadorna e oggi parte del Sentiero della Pace.

La Linea Cadorna è composta da una serie di fortificazioni, bunker, punti di avvistamento collegati da una fitta rete di trincee, realizzata tra il 1911 ed il 1916 per utilizzare le Prealpi per difendere il territorio italiano da un ipotetico attacco tedesco attraverso la neutrale Svizzera. Un sistema di difesa che ricorda la più celebre Linea Maginot e che consta di 72 km di trincee, 88 postazioni di artiglierie, 296 chilometri di strade e 398 chilometri di mulattiere, per un costo di oltre 100 milioni di lire ed il contributo di 40.000 uomini (qui potete vedere un documetario con delle belle ricostruzioni in 3D). Per conoscere a fondo la storia di questa opera vi consiglio il sito della provincia di Varese.

Solo parte dei percorsi fortificati sono agibili, alcuni possono rivelarsi addirittura pericolosi. Per tanto è consigliabile seguire le indicazioni dei 9 itinerari predisposti per le visite, che sono consultabili on line, ciascuno con indicazioni su cosa vedere e su come arrivare, con mezzi propri o pubblici, carte topografiche, foto gallery e schede naturalistiche.

Un luogo che non mancherà di incuriosire gli appassionati di storia, ma che sicuramente soddisferà anche chi ama passeggiare nella natura e scoprire luoghi particolarmente suggestivi.

Foto | Zainoinspalla

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: