Car Sharing: al via il terzo operatore Eni con 300 Fiat 500

Eni entra nel mercato del Car Sharing con 300 auto subito e altre 300 da gennaio

Enjoy, il nuovo servizio di car sharing a Milano

Come annunciato parte giovedì il nuovo servizio di Car Sharing targato Eni con una flotta di trecento 500 rosse (Delle quali 50 saranno 500L), che diventeranno 650 da fine gennaio. Come Car2go, non ha piazzole di ritiro o consegna fisse, l’iscrizione è gratuita (novità), le vetture possono essere lasciate ovunque all’interno di Milano, gratis sulle strisce gialle o blu.

Oltre ai parcheggi pubblici, le 500 potranno essere posteggiate anche in alcuni distributori di benzina con il logo del cane a sei zampe. Rispetto al concorrente Car2go costerà 4 centesimi di euro in meno al minuto: 25 contro i 29. L’iscrizione è gratuita, la vettura si può prenotare tramite app al massimo 30 minuti prima. Come per il concorrente Car2go, anche le auto di Enjoy entrano gratis in Area C, parcheggiano liberamente nelle strisce blu o gialle.

Car Sharing: pronto il terzo operatore Eni con una flotta di 600 Fiat 500

Dopo le Smart di Car 2 Go, il nuovo servizio di Car Sharing di Mercedes Benz che ha esordito a agosto-settembre, arrivano le 500 del terzo operatore (quarto si si conta anche E-Vai! di Trenord): si tratta di Eni con Enjoy. I milanesi potranno contare su una flotta di 640 Fiat 500, pronte per essere guidate dalla seconda metà dicembre.

L'ingresso sul mercato di Enjoy, annunciato a inizio ottobre, è stato ufficializzato dall'Ad di Eni Scaroni. Le premesse per bissare il successo di Car2Go ci sono tutte: anche le Cinquecento saranno noleggiabili su strada e in tempo reale, accedendo al sito web o tramite app. In più, sarà possibile prenotare un veicolo anche con una telefonata. Come le Smart, anche le auto di Enjoy parcheggeranno gratis su strisce gialle e blu e potranno accedere liberamente ad Area C.

Quanto costa e come funziona Car2Go. E un'opinione personale.

I costi del nuovo servizio Eni? L'Ad Paolo Scaroni, alla presentazione del servizio, non si è pronunciato: i piani saranno annunciati il 16 dicembre in una conferenza stampa ad hoc. Indiscrezioni parlano di 25 centesimi al minuto contro i 29 di Car2go.

Dovrà correre ai ripari il servizio GuidaMi, il carsharing gestito da Atm, che mostra tutte le sue debolezze. In primis il fatto che la macchina bisogna riportarla al parcheggio.

In ogni caso un ulteriore vantaggio per l'utente di carsharing che potrà usufruire di due (o più) operatori, a seconda delle necessità. Molto dipenderà dai costi d'iscrizione che attualmente sono 20 euro per ottenere la tessera di Car2go (gratuita in fase di lancio) e 120 euro (tantini) per la tantum annuale da versare per usufruire del servizio di Guidami Atm.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: