Milano multietnica: la mappa degli stranieri in città

La comunità più importante è quella dei filippini, seguita da quella egiziana e cinese.

Aumentano i milanesi, per la prima volta dopo parecchi anni, e aumentano soprattutto gli stranieri in città, rendendo il capoluogo lombardo sempre più multietnico. La popolazione nel 2012 è di 1.366.409, l’1,8% in più rispetto al 2011. Di questi, gli stranieri residenti sono 261.412. Circa il 20%, quindi, una percentuale importante e in continua crescita.

Ma come si dividono i milanesi di tutto il mondo rispetto alle nazioni di provenienza? Al primo posto, secondo i dati Istat del 2012, ci sono uomini e donne provenienti dalle Filippine, una comunità storica in città che ha raggiunto i 39.858 rappresentanti. Seguono gli egiziani, 35.970, e i cinesi, 23.967.

Fuori dal podio troviamo i peruviani, che hanno comunque una comunità molto consistente e che consta di 21.142 milanesi. Molto forte anche gli stranieri provenienti dallo Sri Lanka (16.125), numeri tanto più importanti se si considera che la nazione asiatica non ha più di 20 milioni di abitanti. Altri 14.909 arrivano dall'Ecuador e stesso numero (un errore?) dalla Romania. Molto meno numerose le comunità marocchine (8.720) e ucraine (7.820).

All'appello mancano circa 80mila stranieri milanesi, divisi tra le tantissime altre nazioni rappresentate in città. Da questi primi numeri si può anche estratte una divisione per continente, dalla quale si vede che la maggior parte degli stranieri proviene dall'Asia (80mila), seguiti da Africa (44mila) e Sudamerica (35mila).

  • shares
  • +1
  • Mail