Otto regali di Natale per Milano

La letterina di 02blog a Babbo Natale, per una Milano migliore.

Forse siamo un po' in ritardo per consegnare la letterina dei desideri, in effetti Babbo Natale è già partito, ma noi ci proviamo lo stesso: quel vecchio pancione nordico è una pasta d'uomo, ci ascolterà.

Disponiamo qui di seguito la lista dei regali che 02blog vorrebbe per la nostra città, in ordine sparso, senza nessuna gerarchia:

1. un servizio di vaporetti sul Naviglio Grande da Vigevano a Milano: abbiamo la fortuna di avere un canale navigabile lungo una delle tratte dove il martirio dei pendolari è pane quotidiano, perché non sfruttare il regalo che ci ha fatto l'ingegneria rinascimentale?

2. via il pavé, dappertutto. Ok, questo non è un desiderio di tutta la redazione di 02blog, è più un pallino mio, ma so che ciclisti e motociclisti saranno d'accordo a larghissima maggioranza.

3. l'annientamento del parcheggio in doppia fila. Tra i problemi di Milano è forse la piaga più odiosa e al tempo stesso facile da risolvere: tolleranza zero. Quante code in meno si formerebbero? Quante due ruote eviterebbero di finire catapultate in mezzo alla strada da improvvide aperture di portiere? Quanti soldi incasserebbe il Comune? Ricordatevi, cari "doppiafilisti", che le quattro frecce sono "luci di emergenza": il vostro caffè mattutino al bar è tutto fuorché un'emergenza!

4. una moschea, vera. Nel nostro Paese non c'è (più) la religione di stato e anzi la Costituzione garantisce la libertà di culto. Vogliamo finalmente applicarla, nella seconda città più popolosa d'Italia?

5. una linea di metropolitana circolare, tipo Circle Line di Londra. Ai filobus 90 e 91 vogliamo tanto bene, ma se si viaggia sotto terra è un'altra cosa.

6. un palazzo dello sport. Sembra una barzelletta, ma da 28 anni a questa parte siamo passati da un cumulo di neve e macerie (il vecchio Palazzo dello Sport a San Siro) a una struttura semiabusiva tenuta in piedi da un'infinita teoria di autorizzazioni provvisorie (il Pala-varie-cose di Lampugnano). Ora come ciliegina sulla torta ci godiamo i lavori per il nuovo Palalido che non partono mai. Aggiungiamoci che magari sarebbe da fare con una buona acustica, così finalmente si potrebbero tornare a vedere quei concerti da "taglio medio" (6-7mila posti) che mancano da troppo.

7. come immediato corollario di cui al punto 6 della presente letterina, si chiede ufficialmente a Babbo Natale uno scudetto per l'Olimpia Milano. Non si vince niente dal '96, ormai è stato battuto anche il record di bocca asciutta dell'Inter. Il basket milanese si merita il 26esimo tricolore.

8. il clima di Palermo. Vi immaginate quale fattore di straordinaria moltiplicazione dell'efficientismo milanese sarebbero quei quindici gradi di temperatura media a gennaio? Al solo pensarlo tremo per la verticale impennata che avrebbe il Pil italiano.

Ok, letterina finita. Volevamo scriverne dieci, di desideri, ma fare liste a cifra tonda è fuori moda, ai tempi di buzzfeed, quindi sia voi che Babbo Natale ve ne beccate otto. Scusate se è poco.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: