Milano primo posto per tenore di vita secondo la Sapienza di Roma

La ricerca "Rapporto qualità della vita in Italia 2013" evidenzia lo squilibrio tra ricchezza e sicurezza

Sul finale dell'anno lo possiamo affermare: le ricerche sulla qualità della vita lasciano il tempo che trovano, utili più ai politici dell'una e dell'altra parte per ricamarci successi e insuccessi. Prendiamo ad esempio l'ultima ricerca dell’Università La Sapienza di Roma sulla qualità della vita nelle province italiane.

la crisi morde, con il risultato che in Italia peggiorano tutti i grandi centri urbani. Ad eccezione di Milano e provincia che invece guadagna due posizioni rispetto al 2012 e dodici dal 2010, attestandosi in 37/ma posizione. Migliorano in particolare le performance della città in materia di ambiente. Il dato che sembra paradossale è quello sulla sicurezza: siamo ultimi in classifica (110). Prima di noi Napoli, Foggia, Roma, Pisa, Firenze, Pescara, Ravenna, Bologna, Imperia, Prato, Rimini.

Che Milano fosse al top della classifica per tenore di vita lo aveva già annunciato un mese fa la classifica del Sole 24 Ore che decretava Milano prima per ricchezza, terz'ultima per sicurezza. La ricerca dell'autorevole quotidiano “Qualità della vita” posizionava Milano al decimo posto in classifica generale.

Esulta la giunta: "Siamo sulla strada giusta: il primo posto nel tenore di vita deve essere motivo di orgoglio per tutti i milanesi”. Così ha commentato l’assessore Chiara Bisconti. Di contro sul pessimo risultato sulla sicurezza ((110° posto, il gradino più basso della classifica) non perde tempo Riccardo De Corato ad evidenziare il deficit: «Neppure a Napoli (99esima) la sicurezza è a un livello così basso".

Morale della favola: sotto la madonnina si sta bene, si produce ricchezza, ma bisogna stare un po' attenti quando si gira per strada: scippi, furti in casa, truffe e altre brutture. Secondo voi è la fotografia corretta della nostra Milano?

  • shares
  • +1
  • Mail