Weekend fuori porta - Pedalando sull'acqua dei navigli del Parco Sud

Pedalando sull'acqua dei Navigli

La gita fuori porta di questo weekend ci permette di lasciare l'automobile in garage ed è dedicata a tutti coloro che amano scoprire lati nuovi e sorprendenti dei dintorni di Milano in sella alla propria bicicletta. Dopo aver scoperto, a Nord, l'ecomuseo e le vie ciclabili dell'Adda, questa settimana ci dirigiamo verso Sud per scoprire quella fetta del Parco Sud compresa tra il Naviglio Pavese e il Naviglio Grande.

La temperatura gradevole dei fine settimana di settembre è sicuramente ideale per approfittare di questo itinerario. Il punto di partenza cittadino è l'inizio del Naviglio Pavese dalla Darsena. Scegliendo il lato destro, superato un primo tratto in compagnia delle automobili, oltrepassiamo la circonvallazione esterna e presto il tragitto diventa ciclabile (escluso pochi e brevi tratti). Dopo alcuni chilometri il paesaggio si trasforma completamente e si immerge nelle campagne verdi del Parco Sud, in caso di tempo limpido potrete anche godere dello spettacolo del panorama alpino che si staglia su Milano.

Il percorso prosegue costeggiando il naviglio fino all'altezza della frazione Badile è possibile immettersi nella pista ciclabile oppure si svolta a destra seguendo le indicazioni per Zibido San Giacomo. Dopo un paio di chilometri su strade aperte, ma dal traffico praticamente inesistente. Arrivati nel paese di Zibido si incontra un incrocio che porta verso la pista ciclabile che conduce fino a Gaggiano attraverso campi e boschi, dove potrete dimenticare l'idea di incontrare automobili e traffico. La pista è ben segnalata e si incontrano numerose aziende agricole e cascine dove è possibile acquistare prodotti della campagna.

Pedalando sull\'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli

Foto | Carlo Prevosti

I sentieri bianchi sono facilmente pedalabili e non è necessario avere biciclette particolarmente tecniche per poter godere di questo tragitto, basta un po' di fiato perché a fine giornata potreste aver pedalato per una quarantina di chilometri. Sulla strada si incrociano anche luoghi curiosi e inaspettati come il laghetto del Boscaccio.

Arrivati a Gaggiano non ci resta che scegliere il lato ciclabile del Naviglio grande iniziare la risalita che ci riporterà verso Milano. Per avere ulteriori informazioni sul percorso ciclabile, vi consiglio di verificare sul sito Piste-Ciclabili, sempre prezioso in questi casi. In alternativa l'ufficio MiBici del Comune di Milano dispone di piccole carte del piano strategico per la mobilità ciclistica della Provincia, distribuiti gratuitamente.

Pedalando sull\'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli
Pedalando sull'acqua dei Navigli

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: