Acquisti di bici in città: è boom. 4000 bici acquistate in due giorni

biciclette boom milano

E' inequivocabile il fatto che le biciclette non siano più la cenerentola della mobilità. Mai se ne è parlato così tanto. Le due ruote possono salvarci e finalmente questo assunto assume i contorni di una certezza. Noi, cittadini, ce ne siamo accorti da tempo, la politica sta cominciando ora, ma la strada è ancora lunga e tortuosa.

Leggevo ieri che Milano è la città dove sono state acquistate più bici, grazie al contributo statale che permette di risparmiare fino al 30% sull'acquisto di una nuova. E' un segnale forte, inequivocabile, che in città la voglia di biciclette è fortissi­ma. Il governo ha messo a disposizione 7,7 milioni di euro. I dati parziali indicano che la nostra città è quella dove sono state comprate più biciclette, tra le 3 e le 4 mila. Questo da sabato. La cosa incredibile e che i 7 milioni e sette­cento mila euro per tutta Italia sarebbero già agli sgoccioli.

Benissimo così. Il problema però rimane quello di incentivare all'uso quotidiano queste bici, che spesso rimangono chiuse in cortile o in cantina. Quindi bene le nuove piste ciclabili promesse dalla Moratti, che però, verrebbero realizzate "senza to­gliere spazi ai posti auto dei residenti e senza intralciare troppo il traffico". Come al solito un colpo al cerchio e uno alla botte.

Foto by Kl-Ga, Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: