L'acquario dimenticato di Largo Cairoli

Largo Cairoli

Tra le mille cose che non mi spiego della città di Milano c'è un oggetto del mistero che mi pare al limite del paradosso. Potremmo definirlo "l'acquario di Largo Cairoli", un cubo di vetro e acciaio che da molto tempo giace abbandonato da tutti all'angolo con Via Cusani. Realizzato di recente e subito abbandonato per evidenti problemi legati alla "sovraesposizione" di chi avrebbe dovuto lavorare al suo interno (almeno questa è la spiegazione che mi sono dato), questo elemento di arredo urbano passa spesso inosservato, ma è testimone dell'ennesimo spreco.

Scavando nella memoria credo di ricordare che una volta si potessero acquistare i biglietti di teatri e di concerti al suo interno, ma da mesi la situazione è di totale abbandono. Di tanto in tanto qualche atto vandalico viene rattoppato da invisibili manutentori, ma il degrado è evidente. Ogni volta che passo da quelle parti mi chiedo cosa si possa fare con uno "spazio" di questo genere. Ma non trovo risposta, eppure così in disarmo proprio non mi piace...

Giro a voi la domanda, quasi una provocazione. Cosa si potrebbe fare con l'acquario di Largo Cairoli? Scriveteci le vostre idee nei commenti, chissà mai che qualcuno a Palazzo possa cogliere lo spunto buono...

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: