A Milano la mensa sociale di cucina kosher

Inaugurata lo scorso 9 gennaio nei locali della scuola Merkos, offre pasti gratuiti ai bisognosi. I volontari si occupano anche di consegnarli a domicilio alle persone più disagiate

mensa kosher

A Milano, nei locali della scuola Merkos, in Via delle Forze Armate 61, ha aperto i battenti una nuova mensa sociale, unica per il momento su tutto il territorio nazionale: qui si cucina secondo le regole della kasherut, la dieta alimentare ebraica.
Tra le principali norme la carne macellata secondo il rituale ebraico e il divieto di mescolare cibi di carne e latticini. Uso dei soli "animali puri" quindi bovini, ovini e cervidi e non gli equidi e i suini. Gli animali acquatici, invece, devono avere pinne e squame. Vietati storione, lompo, pesce gatto e ogni tipo di invertebrato marino come frutti di mare (ricci di mare, capesante, vongole, cozze), meduse, polpi e seppie.

La Scuola del Merkos è una Scuola ebraica italiana dove, all'interno di un contesto rigorosamente ebraico, si sviluppa il dialogo con la cultura italiana, cercando l'armonizzazione attraverso la ricerca dei punti in comune, con la finalità di formare cittadini umanamente e religiosamente equilibrati. La scuola è frequentata da duecentoventi alunni dal nido al liceo.

L'iniziativa, promossa dal movimento Chabad Lubavitch, è la prima in Italia: l'apertura dalla prima mensa sociale del genere nel mondo risale al 1700 in Israele, e sono seguiti altri esperimenti in Brasile e Australia.

La mensa milanese mette a disposizione i pasti che, oltre che poter essere ritirati sul posto, possono anche essere consegnati a domicilio alle persone con una situazione di disagio importante: la nascita di una mensa sociale kosher a Milano, si inserisce perfettamente nel tessuto sociale e culturale di una città sempre più multietnica e multiculturale.

La realizzazione del progetto ha avuto il sostegno di Enel Cuore, una onlus che si occupa di assistenza sociale e sociosanitaria per bambini, anziani e persone disabili.

Queste le parole dell'assessore ai servizi sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino:

Questa sfida che si apre a Milano è quella di integrare le azioni del pubblico e le azioni del privato per scommettere su un'alleanza comune contro le povertà. Questa mensa è per me un dono che si fa alla città. Tutti questi interventi, come le mense e il lavoro dei volontari e le attività dello stesso Comune, devono far parte di un progetto unitario che è quello di promuovere la persona

  • shares
  • +1
  • Mail