Weekend fuori porta - Il parco delle incisioni rupestri in Valcamonica

Incisioni della Valcamonica

La gita fuori porta di questo weekend ci conduce alla scoperta di una delle valli più belle della Lombardia e certamente di uno dei luoghi dove la remota storia dell'uomo affonda le sue radici nella pietra antica, stiamo parlando della Valcamonica.

Forse non tutti sanno che il simbolo della Lombardia, una "strana croce" bianca su campo verde è in realtà la Rosa Camuna, un disegno ricorrente sulle incisioni rupestri presenti in Valle Camonica e testimoni di un antichissimo popolo risalente all'età del ferro (oltre mille anni prima di Cristo). Le incisioni rupestri della Valcamonica sono state inserite nel Patrimonio dell'Umanità protetto dall'Unesco, già nel 1979, e rappresentano uno dei più grandi (per numero, oltre centoquarantamila) reperti di incisioni preistoriche in tutto il mondo.

Le incisioni si possono trovare in un territorio molto ampio, compreso fra i comuni di Capo di Ponte, Nadro, Cimbergo e Paspardo, tutti all'interno della provincia di Brescia. Il modo migliore per visitare queste aree è il Parco nazionale delle incisioni rupestri di Capo di Ponte. In realtà i parchi "a tema" sono otto e ciascuno avrebbe delle precise peculiarità per essere visitato, eccone la lista completa.

Sebbene siano in tanti ad aver memoria di frequentato questo luogo, in quanto classica meta di gite scolastiche, il Parco è un luogo suggestivo per la magnifica natura e l'atmosfera magica che questa Storia tanto lontana gli infonde. Un luogo che merita di essere riscoperto perché troppo spesso abbandonato nei ricordi infantili di chiassose gite infrasettimanali a bordo di pullman pieni di bambini. Il weekend quindi, senza la presenza delle scuole, è il momento ideale per visitare questi luoghi, che si apprezzano maggiormente assaporandone anche gli antichi silenzi.

Il 2009 è anche un anno speciale. Ricorre infatti il centenario della scoperta delle incisioni, riportare alla luce nel 1909. Per conoscere tutte le informazioni sul parco e sugli appuntamenti organizzati, visitate il sito Archeocamuni.

Ma la Valcamonica non vuole dire solo preistoria, numerosi sono gli itinerari artistici e naturalistici che possono essere effettuati in questo piccolo angolo di paradiso.

Per raggiungere la Valcamonica da Milano è necessario prendere l'autostrada A4 in direzione Brescia. Superata Bergamo si può uscire a Grumello-Telgate e risalite il lago d'Iseo. Raggiunto Darfo Bario Terme (che merita una visita) si prende la Strada Statale 42, e in pochi minuti si raggiunge Capo di Ponte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: