David Lynch a Milano per parlare di meditazione

Il grande cineasta testimonial di una conferenza per l'introduzione della meditazione a scuola

_Scuola-conferenza-3

Il grande cineasta americano - quello di Velluto Blu, Elephant Man, Mulholland Drive e Inland Empire - transita a Milano, non per parlare di cinema, neanche di arte e pittura (pittore al quale la Triennale dedicò una grande mostra qualche anno fa) ma di meditazione trascendentale, pratica che Lynch pratica con successo da oltre 30 anni e che lo stesso divulga attraverso la David Lynch Foundation.

Dalle 15 alle 18 Lynch è al Teatro Dal Verme in veste di relatore della conferenza Scuola senza stress. Momenti di quiete in classe. La cosa è seria: l'evento è patrocinato dalla Provincia di Milano e presenta i risultati dell'applicazione di un programma di prevenzione dello stress a scuola, un metodo rivolto a studenti e insegnanti che mira ad alzare il rendimento scolastico, abbassando il livello di tensione.

Come funziona? Con due pause di 10 o 15 minuti di meditazione, all'inizio e alla fine delle lezioni. Assieme al cineasta - a cui la meditazione avrebbe cambiato la vita - la conferenza vede l'intervento di tanti altri esperti: Rossano Malet, psicoterapeuta e mente dell'incontro milanese - ha sperimentato questa tecnica in 500 scuole nel mondo, Derek Cassells, preside della scuola elementare Maharishi Free School in Lancashire, Gran Bretagna e Giovanna Finocchiaro, dirigente dell'Istituto De Amicis di Tremestieri Etneo in Sicilia, entrambi testimoni della bontà del metodo.

  • shares
  • +1
  • Mail