Store: la cultura hip hop a Milano si respira da Sickside



A pochi passi dallo storico precursore Wag, il negozio in via De Amicis anno domini 1990, ha aperto (dal 21 ottobre) Sickside, gestito da Flycat, noto streetartist milanese. Lo stile divulgato è quello della "West Coast", un corollario di suburbanizzati che si vestono come un Cholos, si muovono con Lowriders e fraternizzano con Gang Bangers. Se vi sfugge qualcosa potete fare un salto nel "lato malato".

Si perchè, “lo store nasce non soltanto come negozio di abbigliamento e accessori, ma vuol essere un punto di interazione tra le diverse generazioni che mantengono vivo questo movimento creativo universalmente conosciuto come Hip Hop”. E quindi via libera ad esibizioni, attività artistiche e musicali, esposizioni, e, anche più semplicemente, un luogo dove poter attingere preziose informazioni sull'argomento con pubblicazioni varie e, a breve, anche lezioni gratuite per spiegare il fenomeno hip hop al volgo.

Qui un’ampia e politicamente scorretta sezione dedicata al Writing e alla Street Art con una scelta di prodotti tecnici e professionali, come le vernici spray Montana, i marker con punta di metallo intercambiabile e i “caps”, tappi delle bombolette spray con 17 getti diversi. E ancora libri e cd musicali. Ovviamente immancabile l’abbigliamento, rigorosamente oversize e le scarpe (punta di diamante le Vans in edizione limitata, firmate dall’artista Chaz da 450 euro e la pantofola con doppio utilizzo, da casa per l’inverno e da città per la primavera).

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: