Influenza H1N1 a Milano: pochi medici per la pandemia?

influenza aviaria

La pandemia dell'influenza H1 è innegabilmente un problema di ordine pubblico. Allarmanti notizie di "corridoio" dilagano: "è pericolosa", "non bisogna portare i bimbi a scuola". A questo si aggiungono poi le informazioni sul vaccino, indispensabile per alcuni, superfluo per altri. Insomma, come accade in questi casi, la sovraesposizione mediatica ha un effetto contrario all'intento, le notizie si amplificano fino ad essere distorte. Basteranno le 5 regole illustrate dal topo-testimonial Gigio?

La notizia seguente però non è interpretabile, ma un dato di fatto: manca personale per fronteggiare l'ondata influenzale. Più di 500 chiamate nel weekend alla guardia medica per avere un consiglio o una visita a domicilio. Nella stragrande maggioranza i casi lamentati erano imputabili ai sintomi dell'influenza H1N1, gli stessi che provocano code nei pronto soccorso. Giovanni Campolongo, il responsabile provinciale dello Snami, fa un appello: "servono nuove assunzioni, per fronteggiare l'emergenza".

La parola a voi cari lettori influenzati o testimoni di stati influenzali casalinghi. Avete chiamato la guardia medica nei giorni scorsi? Siete andati al pronto soccorso? Oppure, visto che le vaccinazioni cominciano oggi, portate a vaccinare qualcuno a rischio? Raccontateci la vostra preziosa esperienza.

Foto by Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: