I nuovi autovelox di Milano partiranno a metà marzo

In viale Famagosta, via dei Missaglia e altre arterie a scorrimento veloce. Ma c'è da aspettare ancora un po'.

I nuovi autovelox di Milano partiranno, ma non più dal primo marzo. La loro attivazione dovrebbe infatti slittare di un paio di settimane a causa di dettagli tecnici da sistemare e da una posa dei cartelli che sta accumulando ritardi. Ma le sette nuove telecamere ci saranno, questo è più che sicuro, com'è sicuro anche dove saranno: via Lorenteggio, viale Famagosta, via dei Missagli, via Chiesa Rossa, viale Fermi, cavalcavia del Ghisallo, via Parri.

In viale Famagosta e dei Missaglia la marcia dovrà quindi essere di 50 all'ora, mentre sulle altre arterie potrà salire fino a 70. Ma non ci saranno trappole, nel senso che dall'assessorato alla Sicurezza fanno sapere che "intorno a questi apparecchi ci sarà un'informazione ampia ed esaustiva per rendere noto agli automobilisti che in quei punti è attivo un dispositivo per il controllo delle velocità".

L'obiettivo è quello di ridurre i pedoni travolti, gli incidenti e quant'altro ha provocato nel 2013 trenta morti in incidenti stradali e 16 pedoni uccisi. "Sono uno strumento fondamentale per ridurre gli incidenti stradali, l'obiettivo non è fare multe ma obbligare i cittadini a ridurre la velocità".

I sette apparecchi, peraltro, sono già attivi e già stanno immortalando coloro i quali passano in quegli incroci troppo rapidamente, ma per il momento senza sanzionare nessuno. Quando saranno accesi, attorno a metà marzo, andranno ad aggiungersi alle pattuglie dei vigili urbani che usano le telecamere mobili negli incroci considerati più pericolosi.

Germany Debates Replacing Drivers Suspensions with Higher Fines

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: