Luci d'artista: alcune rimarranno permanenti


Alcune erano decisamente suggestive. In particolare sono rimasto piacevolmente colpito dalla spettacolarità dell'installazione "Light Orchestra" alle Colonne, musicata come se non bastasse. Ho pensato: certo che è un peccato rimuoverla. Ebbene, alcune installazioni di Led- Light exibition design diventeranno permanenti in seguito a decisione (saggia) dell'Assessorato Arredo e Decoro assieme alla sovraintendenza.

Non le ho viste tutte, e me rammarico. Alcune bellissime, come "Le Punte di Milano" di Michele De Lucchi sul tetto della Triennale. Questa, con sorpresa, rientra tra le installazioni di design che rimarranno permanentemente.

led light design
led light design
led light design
led light design
led light design
led light design
led light design

Le rimanenti 6 sono "Tutti i colori del bianco" di Italo Rota nei portici dell'Arengario, l'illuminazione della Stazione Centrale, l'illuminazione della Torre Branca e le grandi lampade che illuminavano Corso Vittorio Emanuele, che però verranno spostate in Corso Como (sperando che servano ad illuminare la movida milanese di luce nuova). Ancora le luci progettate per la chiesa di San Francesco al Fopponino e per il ponte sul Naviglio. Rimane l'ultima, forse la più suggestiva, l'installazione dedicata al Duomo "Luce sacra". Di certo non si può dire che sia invasiva e che snaturi la cattedrale, ma sulla decisione finale si pronuncerà la Veneranda. C'è da sperare, visto che potrebbe prevalere la politica conservativa che vuole il monumento puro e immacolato.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: