Metro 5 Milano: un bilancio dopo l'apertura delle fermate Isola e Garibaldi

A cinque giorni dall'inaugurazione, le previsione sembrano essere state rispettate.

L'inaugurazione delle fermate Isola e Garibaldi della M5 è stata l'occasione per dare vita a una due giorni di festa nei quartieri. Adesso, però, la cosa più importante è cercare di capire se il prolungamento della linea lilla ha avuto quell'apporto fondamentale per i passeggeri milanesi che ci si aspettava.

L’apertura delle due nuove fermate ha infatti portato a un netto salto di qualità per la Metro 5, che da una frequenza di un treno ogni sei minuti è passata a uno ogni tre minuti negli orari di punta. Inoltre la circolazione non termina più alle 22, ma alle 24. Tutto questo dovrebbe portare, negli auspici di Atm, a un aumento non da poco dei passeggeri, che dovrebbe aumentare del 40% dai circa 30mila passeggeri al giorno di oggi.

Per il momento le previsioni sembrano essere state anche superate, dal momento che in questi primi cinque giorni si sono registrati ventimila passeggeri in più ogni giorno, portando così il totale a circa cinquantamila passeggeri sulle nove fermate della Metro 5. Due sole fermate possono avere un effetto così importante? Sì, perché si tratta di due stazioni strategiche: grazie alla fermata Garibaldi ci si può connettere con la M2, con il passante regionale e anche con l’alta velocità sia di Italo che del Frecciarossa, oltre che con il Malpensa Express.

Il tutto fa diventare Garibaldi un hub sempre più importante per la città di Milano. Ma la nuova stazione è importante anche per il quartiere Isola, dotato di parecchie fermate limitrofe al quartiere (Zara, Garibaldi, Maciachini), ma sfornito di una vera e propria fermata. La vera differenza la farà, però, l'apertura nel 2015 della fermata della lilla in piazzale Lotto, che la connetterà con la M1. A oggi ancora la linea più importante delle 4 metropolitane milanesi.

Ancora un rinvio per l'inaugurazione della metropolitana color Lilla di Milano, la tratta Zara - Bignami non entrerà in funzione prima di dicembre.

  • shares
  • Mail