Expo 2015: la mascotte si chiama Foody

Anglicismo un po' all'antica per la mascotte creata dalla Disney.

E alla fine i bambini hanno scelto il nome della mascotte dell'Expo 2015. E con tutto il rispetto per i bambini, forse sarebbe stato meglio se si fosse impegnato qualche creativo, magari demandando agli alunni delle scuole i soli nomi dei singoli frutti che compongono la mascotte. Perché adesso ci troviamo con il simbolo dell'Expo, di tutta l'Expo, che si chiama Foody. Sinceramente, era davvero difficile immaginare un nome più banale.

Così, tra anglicismi ormai passati di moda e dialettalismi napoletani azzeccati (l'aglio si chiama guagliò), la proposta migliore arrivata sembra essere quella del presidente della Regione Roberto Maroni, che per contrastare il nome scelto per l'aglio ha pensato di proporre per lui anche un cognome: Bagaj. "Bambino" in lombardo (con la "i" normale) e anche "aglio" ("aj"). Che così riusciva a essere un po' più in linea con il territorio che questo Expo ospita. Vabbè, lasciando da parte polemiche che suonano fin troppo campaliniste (guagliò è un bel nome, alla fine), torniamo alla mascotte.

Foody, quindi, sarà il nome della mascotte collettiva, che racchiude tutta la decina di frutti e ortaggi che hanno il loro nome singolo (Pomela la mela, Piera la pera, Arabella l'arancia, Rap brothers i rapanelli, Max Mais il mais e via così). Il tutto si compone per l'appunto nella mascotte che ricorda le teste dell'Arcimboldo, una mascotte collettiva quindi: "Perché, per un'operazione di questo genere, è necessario sottolineare che per l'Expo le cose si fanno insieme, in gruppo", ha spiegato il commissario Sala.

Il personaggio sarà protagonista degli spot televisivi, comparirà su penne, magliette, giocattoli, videogiochi, applicazione per smartphone, articoli per la casa e chi ne ha più ne metta. Un business che potrebbe girare attorno ai 150 milioni di euro. Lasciando da parte il vil denaro, il direttore creativo Disney, Roberto Santillo, spiega che alla base dell’idea c’è la “diversità e la coralità attraverso cui si può raggiungere un sogno".

expo-mascotte-1

  • shares
  • Mail