Festa della Donna 2014: a Milano si festeggia per tutto il mese

Milano si prepara a festeggiare l'8 marzo con iniziative che dureranno tutto il mese

Una Festa della Donna 'allungata' quella che sarà celebrata in città: molte iniziative infatti, dedicate alle donne, dureranno per tutto il mese di marzo.

Si inizia questa sera, alle ore 18, presso lo spazio Ex Fornace (Alzaia Naviglio Pavese 16), si svolgerà l'incontro Poesia al femminile: da Saffo a Lalla Romano, una serata per rendere omaggio a Lalla Romano, una delle figure di maggior rilievo del Novecento letterario italiano - a cura di Anna De Simone con Katia Gusmini e Anna Jencek -.

Sabato 8 marzo alle 14.30 si terrà l'inaugurazione della nuova Casa delle Donne di cui vi abbiamo parlato qualche post fa.

In mattinata, alle ore 11 in Sala Alessi a Palazzo Marino, verrà proiettato, in anteprima per il pubblico milanese, il documentario contro l'omofobia "Felice chi è diverso" del regista Gianni Amelio, che interverrà personalmente all'incontro. L'iniziativa è stata organizzata dalla consigliera comunale Maria Rosaria Iardino, ed è prevista la partecipazione del Sindaco Giuliano Pisapia.

All'Auditorium di via Valvassori Peroni 56, dalle ore 20, in collaborazione con Arci Metromondo, si svolgerà il Concerto tributo al femminile nella musica popolare con Bianca Giovannini e Camilla Barbirato e con il coro interculturale Voci di donne del Parco Trotter, mentre alle 18.30 presso WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto (viale Campania 12) sarà inaugurata la mostra Bambine terribili – da Mafalda alla Stefi, fino a Lisa Simpson: si tratta di una mostra-omaggio che presenta una carrellata di personaggi del mondo della letteratura disegnata, italiana e internazionale, da Mafalda a Lucy (amica di Charlie Brown e sorella di Linus), da Piccola Eva (per molti anni personaggio fisso del settimanale Monello) a Lisa Simpson, dalla primissima monellina Little Lulu del 1935 a Nancy (Zoe sulle pagine dell’Intrepido), fino alla piccola Stefi dei nostri giorni creata da Grazia Nidasio. La mostra resterà aperta fino al 30 marzo, ed è ad ingresso gratuito

A proposito di mostre, il Comune offrirà a tutte le donne l'ingresso gratuito ai musei civici: Musei del Castello Sforzesco (dalle 9 alle 17.30), Museo del Novecento (dalle 9.30 alle 19.30), Museo di Storia Naturale (dalle 9 alle 17.30), Museo Archeologico (dalle 9 alle 17.30) e Museo del Risorgimento (dalle 9 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30).

Sabato 15 marzo invece dalle ore 15 alle 18, presso il CAM Verro (via Verro 87) l'associazione AutobiografiaRAM organizza l'incontro Donne di Milano si raccontano: gli anni '60 e '70 ricordati attraverso le storie di donne tratte dal libro "La coda della cometa".

Alle 21, presso Villa Scheibler (via Felice Orsini 21) si inaugurerà la mostra curata da Alessandra Montella EssereDonne Project, un lavoro fotografico che vuole stimolare uomini e donne, ragazzi e ragazze a riflettere sui ruoli e gli stereotipi femminili. Alle 21.30 si terrà il concerto – monologo Clara Schumann e il suo tempo, organizzato da Mondomusica. La mostra sarà allestita fino al 21 marzo.

Venerdì 21 marzo alle ore 20.30, presso il Consiglio di Zona 7 (via Anselmo da Baggio 55) il gruppo Donne a confronto e l'Associazione Dimensioni Diverse organizzano un incontro sulla storia dell'emancipazione femminile nel suo percorso sino ai giorni nostri, rappresentati dalla testimonianza di donne che, in tempi di crisi, dopo aver perso il lavoro si sono battute e organizzate per trovare alternative occupazionali.

Infine venerdì 28 marzo alle ore 18 in Sala Alessi a Palazzo Marino si svolgerà il convegno L'impegno dei governi latino-americani nella lotta contro le violenze di genere.

file000389630521

  • shares
  • Mail