Via le panchine da Corso Sempione?

Di mezzo c'è sempre la movida dell'Arco della Pace.

C'è anche chi si lamenta per le panchine presenti nel tratto pedonale di Corso Sempione, quello della movida, appartenente alla zona 1 e ultimo tratto prima dell'Arco della Pace. E quindi entro breve si potrebbe dire addio alle panchine in quell'area. Non stiamo parlando, giusto per essere chiari, delle tante sedute che si trovano lungo tutto il marciapiede con parte verde che sta tra i viali e i controviali della importante arteria della città, ma solo di quell'ultimo tratto regno della movida.

Ed è proprio la movida che crea problemi: i cittadini hanno chiesto al consiglio di zona 1 di togliere tutte quelle panche che moltiplicano i posti a sedere dei locali e che rendono la movida accanita frequentatrice della zona anche dopo che i vari gestori hanno chiuso i loro dehors. Con il risultato che quelle panchine risultano "devastate" da popolo della notte e da chi li lascia pascolare i cani.

La richiesta del'associazione ProArcoSempione è che sia "ripristinato il verde con protezione anti-vandalo, come in Paolo Sarpi", spiega il Corriere Milano. E non piace neanche l'idea che siano degli sponsor a occuparsi delle aiuole che stanno davanti ai locali, dal momento che in questo modo si correrebbe il rischio che le aiuole antistanti sarebbero curate, e le altre abbandonate al loro destino.

A questo punto, dalla soprintendenza, arriva anche la proposta di tagliare la testa al toro: rinunciando direttamente al verde e stendendo una bella lastra di marmo che risolverebbe entrambi i problemi: niente più sedute per i giovani e niente più verde per i cani. Una proposta che, si spera, è poco più di una provocazione. Come che sia, anche la ricetta che sembra più semplice ed efficace, e cioè installare un chilometro e mezzo di ringhierine di protezione, ha parecchie controindicazioni: i 185mila euro che verrebbero a costare.

Arco_della_Pace_1

  • shares
  • Mail