Esami del sangue da rifare: 21mila pazienti coinvolti a Milano

L'azienda che fornisce il kit per rilevare la concentrazione di paratormone nel sangue ha segnalato un'anomalia

La Abbott, multinazionale americana produttrice di un kit per la rilevazione del paratormone, un ormone prodotto da ghiandole vicine alla tiroide regolatore dei livelli di calcio nel sangue, fornito a numerosi ospedali, si è accorta che qualcosa non andava: infatti l'azienda ha scoperto che una partita del kit forniva risultati del test falsati (quindi si tratta solo di alcuni lotti), e lo ha comunicato alle strutture sanitarie che lo utilizzavano.

L'ospedale Maggiore di Crema, che ha individuato circa 2.500 pazienti per i quali bisogna valutare la necessità di rifare l'esame, ha lanciato l'allarme, e solo a Milano i pazienti interessati sarebbero almeno 21mila, su tre ospedali (Humanitas, San Raffaele e Fatebenefratelli). Le stime sono in via di aggiornamento.

I test venivano utilizzati in cinque aziende ospedaliere pubbliche (gli ospedali di Montichiari ed Esine in provincia di Brescia, l'ospedale di Sondrio e il citato Fatebenefratelli) e in una dozzina di altri ospedali tra cui appunto il San Raffaele e l'Humanitas.

In ogni caso le strutture stanno rassicurando i pazienti, anche perchè non tutti dovranno rifare l'esame. Ad esempio sul sito dell'Irccs Humanitas di Rozzano si legge:

"Non appena avuta la notizia Humanitas ha immediatamente sospeso l'utilizzo del kit e lo ha sostituito con un altro test diagnostico. L'ospedale ha inoltre avviato la verifica dei database dei pazienti sottoposti al test, e sta contattando i medici che li avevano prescritti per attivarli nella comunicazione ai loro pazienti. A tutti è offerta la possibilità di ripetere il test con un altro kit diagnostico. Humanitas specifica inoltre che il test oggetto di richiamo non è comunque mai determinante di per sè per la diagnosi e terapia, che viene sempre associata ad altri parametri clinici e diagnostici"

Anche dal Fatebenefratelli hanno fatto sapere che ai pazienti per i quali si sospettavano risultati sbagliati è stato offerto un nuovo test.

“Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.

UGANDA-POLITICS-HEALTH-HIV

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail