Lavoro a Milano: la disoccupazione è ancora in crescita

Boom dei giovani che non studiano, non lavorano e nemmeno sono in cerca.

Si parla tanto di ripresa, ma per il momento si vedono pochi risultati. Soprattutto se si prendono in considerazioni i dati - comunque meno gravi rispetto alla media italiana - di quella che dovrebbe essere la capitale economica del paese e che però non mostra segnali di ripartenza. Dal 2005 a oggi la disoccupazione è anzi raddoppiata, arrivando a un 7,7% (8,1 nella regione), che è sì molto più bassa della media italiana (13%), ma che non fa ben sperare se si pensa che Milano è comunque ancora una delle città in cui più giovani arrivano in cerca di lavoro.

Ma i numeri che allarmano di più sono quelli riferiti ai giovani, soprattutto se si prende in considerazione il fenomeno dei Neet, colori che non studiano, non lavorano e non sono in cerca di un occupazione. Non fanno niente, insomma: rassegnati allo stato delle cose da un'economia che non riprende slancio. A Milano si parla di 51mila ragazzi in questa condizione, il 22% della popolazione giovanile.

In tutta la Lombardia, sui sei milioni di ragazzi tra i 15 e i 24 anni, la situazione è questa: 3 milioni e mezzo (59,1%) sono studenti (presumibilmente con ben poca fretta di terminare gli studi), quasi un milione lavora (16,3%) e poi si passa alla situazione più complessa: quella di coloro che in un modo o nell'altro non riescono a lavorare. Di questi: 143mila (2,4%) cercano lavoro e studiano; 512mila (8,5%) non studiano ma cercano lavoro; 824mila (13,7%) non studiano e basta. Sono, appunto, i neet.

E fa una certa impressione notare come - al di là della stragrande maggioranza di studenti - siano molto più numerosi i ragazzi che non studiano senza nemmeno cercare un lavoro di quelli che in un modo o nell'altro un lavoro lo vanno cercando. Quasi uno su sei si trova in una situazione di apatia nei confronti del futuro (o così ce li descrivono queste ricerche). Soluzioni? Per il momento solo qualche spunto, come costruire un rapporto più stabile tra percorso di lavoro e studi, qualcosa che somigli alle vecchie 150 ore.

Michigan Chrysler Plant Celebrates Production Of 2015 Chrysler 200

  • shares
  • +1
  • Mail