Fuorisalone e Salone del Mobile 2014: numeri da record

Più visitatori, buone sensazioni in ottica Expo, e qualche critica.

Il Fuorisalone e il Salone del Mobile 2014 si sono conclusi da un solo giorno e già si fa un bilancio di questa edizione, vista come particolarmente importante in quanto - in qualche modo - propedeutica a quello che sarà il vero appuntamento clou per la città di Milano: l'Expo 2015. E dai piani alti arrivano numeri importanti, che fanno ben sperare sulla potenziale attrattività di Milano in termini internazionali: il Salone del Mobile è stato visitato da 357mila persone contro i 324mila della scorsa edizione. Si conferma però come il Salone del Mobile sia un appuntamento per addetti ai lavori, visto che 311mila rientravano nella categoria.

Ancora meglio è andata l'iniziativa dei musei civici gratis, che hanno registrato 50mila ingressi, il doppio dello stesso periodo del 2013, grande soddisfazione anche per quanto riguarda l'aspetto party, con Elita e il Design Week Festival che si sono detti molto soddisfatti e stanno già iniziando a lavorare sull'edizione 2015. A proposito di Fuorisalone, qualche voce critica si è registrata nei confronti di un evento satellite che è ormai quasi interamente votato ai party e ai cocktail e in cui la piega creativo-artistica sta passando nettamente in secondo piano; anche se va detto che alcune location, come la Statale, mantengono un'impronta marcatamente artistica.

Non si lamentano gli esercenti delle zone coinvolte, che hanno visto un afflusso ininterrotto di persone nonostante gli aperitivi e il beveraggio, ovviamente, venisse principalmente ricercato all'interno della miriade di eventi di Zona Tortona, Brera Design District e le altre. La cosa ha anche scatenato qualche invidia da parte delle zone non troppo coinvolte, che chiedono che nelle prossime edizioni si creino nuove zone accentratrici di avvenimenti, a partire dall'Isola.

Infine, l'Atm. Per cui davvero il Fuorisalone e il Salone del Mobile sono un banco di prova in vista del grandissimo afflusso di persone che (si spera) arriverà per l'esposizione universale. Le richieste di Atm sono note, in vista di Expo ci vuole del personale aggiuntivo (soprattutto per evitare la diminuzione delle corse nel periodo estivo) e una manutenzione anticipata di almeno sei mesi. Insomma, se quelle del Fuorisalone erano le prove generali, adesso bisogna iniziare a lavorare sul grande evento.

fuori-salone-2009-620x414

  • shares
  • +1
  • Mail