Weekend fuori porta - Alla scoperta della dolce Cremona

Cremona

L'inverno fa sentire la sua morsa di freddo, quindi è meglio abbandonare per un po' le mete più selvagge e immerse nella natura e ci organizziamo per andare alla scoperta di alcune città vicine a Milano di cui spesso si conosce troppo poco e possono riservare molte piacevoli sorprese. La gita fuori porta di questo fine settimana ci invita a visitare il centro di Cremona, la città del torrone!

Posta ne cuore della Pianura Padana, nei pressi delle rive del fiume Po, la città di Cremona è forse uno dei capoluoghi di provincia lombardi più sottovalutati, ma le sue tradizioni, la sua cultura e la sua enogastronomia sono sicuramente motivi validi per suggerirvi una visita.

90 chilometri da Milano, 72 mila abitanti, è anche nota come (scherzosamente) come la "città delle tre T", ossia turòon, Turàs, tetàs (torrone, Torrazzo e... tettone) a voi la scelta dell'ordine di importanza di questi tre elementi. Le origini della città risalgono al periodo romano, che fondarono il primo accampamento intorno all'inizio del terzo secolo avanti cristo ed è riconosciuta come una delle città europee con il centro storico romanico meglio conservato.

La visita a Cremona non può che iniziare nella piazza del Duomo, centro pulsante della vita cittadina. La Cattedrale in stile romanico e il Palazzo Comunale sono posti uno di fronte all'altro, in modo da portare la religione e l'amministrazione in un unico luogo. A fianco del Duomo si erge il Torrazzo, simbolo della città. Si tratta del campanile più alto d'Italia, costruito in mattoni. secondo in Europa solo al Campanile della Cattedrale di Landshut in Baviera. Da non perdere l'orologio astronomico originariamente con gli antichi meccanismi del 1500.

A due passi da Duomo, per concludere la visita dei monumenti più importanti della città, si trova il Battistero ottagonale del dodicesimo secolo, fulgido esempio di architettura medievale contaminata da caratteri romanici e gotici. Da non perdere anche la splendida Loggia dei Militi.

Cremona è però famosa anche per la musica, non per nulla fu la città del celebre liutaio Stradivari. Nel Palazzo del Comune viene infatti conservata una collezione unica al mondo. Gli intenditori apprezzeranno cinque celebri violini conosciuti in tutto il mondo: il “Carlo IX di Francia" (1566), di Andrea Amati, “Lo Stauffer 1615” una viola di Antonio e Gerolamo Amati, "Hammerle" (1658) di Nicolò Amati, "Quarestani" (1689) del Giuseppe Guarneri, "Il Cremonese 1715" di Antonio Stradivari. Il museo Stradivario è quindi la tappa successiva.

Numerose sono le manifestazioni culturali e gastronomiche nel corso dell'anno, ma il 13 dicembre è una data speciale. Si tratta della festa di Santa Lucia: la tradizione vuole che la santa porti leccornie ai bambini buoni, così in città nel weekend viene invasa da un "dolcissimo" mercatino con ogni tipo di specialità dolciaria, con il torrone ovviamente come assoluto protagonista!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: