Le strisce più pericolose d'Europa? A Milano



Si, proprio così. Non a Napoli e nemmeno a Roma. Tutto sommato però la notizia non stupisce più di tanto. Ma la vera sorpresa è leggere qual è l’attraversamento in questione: non in arterie periferiche, martoriate da problemi come scarsa illuminazione o strisce cancellate, che so, in via Mecenate o viale Insubria. La "zebra" in questione è quella di via Palestro, quella che dal Pac attraversa ai Giardini Pubblici, dove in questi giorni c'è un mercatino di Natale.

E il risultato dello studio dell'Automobile Club EuroTEST. L’ACI ha esaminato 310 attraversamenti pedonali nelle 31 città principali d’Europa, in 22 diversi Paesi, da Amsterdam a Barcellona, da Berlino a Bruxelles, da Londra a Madrid . Per ciascuna città sono stati scelti 10 passaggi pedonali da esaminare, e il peggiore dei 310 è risultato essere appunto quello di Milano centro, Napoli segue con il secondo e il terzo posto.

Risultati negativi in tutte le categorie di sicurezza prese in considerazione, "con particolare criticità nella visibilità diurna e notturna e negli indicatori di accessibilità", "veicoli parcheggiati dietro e sopra le strisce pedonali", marciapiedi con scalini di ben 12 centimetri, "che rendono su entrambi i lati particolarmente poco agevole l’accesso al marciapiedi". Il capoluogo lombardo si è segnalato come la città europea con la maggiore variabilità di risultati. La città europea che ha protetto meglio i propri pedoni nel 2009 è stata Rotterdam, seguita da Madrid, Stoccolma e Oslo.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: