Arrestato Piergianni Prosperini: ma l'hanno arrestato o no?

Piergianni Prosperini, assessore regionale allo sport e al turismo è stato arrestato: a farlo finire in manette, lui, uno che sobriamente proponeva di "garrotare gli omosessuali" e che elargiva le sue perle durante la "trasmissione" Passaggio a Nordestra, le accuse di corruzione e turbativa d'asta nell'ambito di appalti alle società che gestivano la pubblicità televisiva per la Regione Lombardia.

Chiaro che tutti sono innocenti fino all'ultimo grado di giudizio: ma da uno che proclamava, contro i più deboli, con estrema, quasi dolce tolleranza cose come "Camel, barcheta, e te turnet a cà", o molto peggio, ci si aspettava che fosse al di sopra di ogni sospetto. E alla fine la morale è che a fare il puro, spesso, per prima cosa, puro non sei: e alla fine trovi sempre qualcuno che ti epura.

Nell'ambito dell'inchiesta condotta dal pm Alfredo Robledo, è rimasto coinvolto anche il proprietario di Odeon Tv, Raimondo Lagostena Bassi. Non è la prima volta che si parla di Prosperini e di questi pasticci relativi alla pubblicità. L'altra volta era stata l'anno scorso, nel 2008, e si parlava anche di altre tv locali - Seitv, Telelombardia, Antenna 3 e Telecity.

Però c'è il mistero! Date un'occhiata al video qui sopra...

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: