Neve a Milano, il giorno dopo: l'esercito, le polemiche, i disagi

Neve milanese

Il ministro La Russa ha disposto l'invio di seicento militari (ottocento secondo Il Sole 24 Ore) per contrastare l'emergenza neve a Milano. Speriamo che arrivino vista la condizione delle strade nel capoluogo! Certo domani ci saranno meno automobili in giro come auspicava il vicesindaco ieri. Secondo l'ANSA i soldati aiuteranno la città a rimettersi in moto contribuendo a sgomberare le vie dalla neve già da domani. I mezzi pubblici dopo i ritardi, le attese e le soppressioni di lunedì ci auguriamo reggano meglio nel frattempo.

Le scuole rimarranno chiuse questo martedì come vi abbiamo informato ieri, ed anche i sindaci di Bergamo, Cremona, Como, Lecco, Monza, Pavia e Varese hanno chiuso gli istituti. I militari richiesti dal Prefetto daranno intanto una grossa mano ai mille spalatori messi in campo dal Comune di Milano. I trecento mezzi spargisale insieme agli spazzaneve riusciranno a ripristinare una circolazione normale? Beh, aspettiamo che la perturbazione – è prevista ancora neve stasera – si muti in pioggia da domani e incrociamo le dita.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: