Ecopass 2010: resta in vigore, il punto della situazione il 30 aprile

traffico milano ecopass 2010Ecopass: ce le terremo anche per tutto il 2010 - o quantomeno fino al 30 aprile, quando è previsto il primo punto della situazione sul tema: si parla anche di una "riflessione politica", non tanto stranamente coincidente con le elezioni regionali. Ma cosa cambia per quest'anno sul provvedimento per far cassa e spacciato ai cittadini come ammazza-smog? Poco o nulla: prima di tutto, si ricomincia a pagare dal 7 gennaio, fino ad allora, si entra e si esce dalla cerchia dei Bastioni senza pedaggio.

Dal 7 in poi, i mezzi che potranno circolare gratuitamente, saranno gli stessi del 2009: ancora esentati i veicoli diesel omologati Euro 4 ed Euro 5, i mezzi per il trasporto di persone fino a 9 posti, e i mezzi merci senza filtri antiparticolato, visto che tra l'altro, trovare un meccanico che li monti quei filtri, è duretta: non avrebbero mercato, almeno secondo quanto spiegano i Verdi.

L'unica novità degna di nota, almeno a quanto si legge nel comunicato del Comune è che

a partire dal 1° gennaio 2010 si potranno attivare i titoli di ingresso multipli agevolati, gli abbonamenti per residenti e quelli effettuati con addebito in conto corrente bancario (RID)

Nella gallery qui sotto, le cui tabelle arrivano dal sito del Comune di Milano, trovate tutte le informazioni necessarie.

Foto | Flickr

Ecopass Milano: tariffe e classi di inquinamento
Ecopass Milano: tariffe e classi di inquinamento
Ecopass Milano: tariffe e classi di inquinamento
Ecopass Milano: tariffe e classi di inquinamento

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: