Elezioni Comunali Cusano Milanino 2014: i risultati, Gaiani (csx) è il nuovo sindaco

Elezioni amministrative a Cusano Milano: i candidati sindaco, come e quando si vota.

00.07 Lorenzo Gaiani del centrosinistra è il nuovo sindaco di Cusano Milanino con il 63,6% dei voti.

23.39 Affluenza definitiva delle 23 al 44,8%.

8 giugno. Affluenza ore 19 al 33%.

Il primo turno delle elezioni comunali a Cusano Milanino

26 maggio, 08.05 Sarà ballottaggio tra Gaiani (csx) e e Ghisellini (cdx)

cusano 1

cusano 2

19.50 Gaiani del Pd e centrosinistra (46%) in netto vantaggio sul candidato del centrodestra. Ma si profila il ballottaggio con Ghisellini (33%).

17.55 Ancora nessun risultato, ma dovrebbe mancare poco.

26 maggio, 15.41 Sono in ritardo i primi risultati delle comunali, ancora nessuna sezione completata.

21.53 L'affluenza alle ore 19 a Cusano Milanino è del 54%

17.21 L'affluenza alle ore alle elezioni comunali di Cusano Milanino è stata del 23,04%

I candidati alle elezioni comunali di Cusano Milanino

Le elezioni amministrative 2014 fanno tappa anche a Cusano Milanino, comune di 18mila abitanti circa a nord di Milano. Nel 2009 la vittoria al primo turno era andata al candidato del centrodestra Sergio Ghisellini, che aveva conquistato al primo turno il 50,9% dei voti. E proprio Sergio Ghisellini si ricandida per la poltrona, che gli sarà contesa da tre candidati.

Ecco quindi i candidati sindaco per Cusano Milanino: Sergio Ghisellini, appoggiato da Forza Italia, Lega Nord, Nuovo Centrodestra, Fratelli d'Italia; Lorenzo Gaiani, appoggiato da Partito Democratico, Uniti per Cusano Milanino, Civica Fare di più; Marco Giovanni Fais del Movimento 5 Stelle e Alessandra Maria Cerutti del Partito Italia Nuova. Nel video in cima al post trovate il confronto pubblico tra tutti i candidati sindaco per la città.

Come si vota per le elezioni comunali di Cusano Milanino di questo 25 maggio? Nei comuni con più di 15mila abitanti si vota con una sola scheda, sulla quale si trovano riportati i nomi dei candidati sindaci e, affianco, le varie liste che appoggiano il candidato. Si può esprimere il voto in tre modi diversi: segnando una “x” solo sul simbolo della lista (e in questo modo la preferenza va alla lista e al candidato sindaco che questa appoggia); è possibile fare il voto disgiunto, tracciando un segno sul simbolo di una lista e tracciando allo stesso tempo un segno sul nome di un candidato non appoggiato dalla lista votata; tracciando un segno sul nome del sindaco (senza quindi scegliere nessun partito), in questo modo si vota solo per il candidato sindaco e non per le liste che lo appoggiano. È possibile indicare una preferenza per il consigliere comunale, scrivendone nome e cognome nella riga di fianco al simbolo della lista che lo appoggia.

Nei comuni con più di 15mila abitanti viene eletto sindaco al primo turno il candidato che conquista almeno il 50% più uno dei voti validi. Se nessun candidato ottiene questo risultato, si torna al voto due domeniche dopo per votare tra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. Viene eletto il candidato che prende più voti.

Il consiglio comunale viene stabilito seguendo queste regole: se le liste collegate al candidato eletto nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

800px-Cusano_Milanino_(via_Sormani)

  • shares
  • +1
  • Mail