Weekend fuori porta - Gromo, antico borgo tra pascoli, chiese romaniche e ville liberty

Gromo

La gita fuori porta di questo weekend ci porta nuovamente ad assaporare i colori e i sapori dell'inverno anche senza necessariamente andare alla ricerca di località sciistiche. Questa volta facciamo uno strappo alla regola e programmiamo un percorso un po' più lungo del solito che ci farà scoprire la Val Seriana fino a raggiungere il piccolo borgo di Gromo.

Segnalato dal consorzio dei Borghi più belli d'Italia e insignito della bandiera arancione del Touring Club, Gromo è posto sulla cima di una piccola collina nel fondovalle (come testimonia anche il suo stesso nome. Dalla sua posizione Gromo domina i pascoli e le mulattiere. Il borgo di case antiche con tetti d’ardesia è uno splendido luogo da scoprire a piedi, gustando il silenzio, la calma e l'aria di montagna.

Ma ci sono anche numerose testimonianze di un passato prosperoso. Al centro del paese, sulla bella piazza Dante, si innalza il duecentesco Castello Ginami, il Palazzo Milesi ora sede del municipio, dove sono custodite preziose opere d'arte. Da non perdere anche la chiesa di San Giacomo, uno dei migliori edifici artistici della Val Seriana. Curiosamente la chiesa parrocchiale non è posta al centro del paese, bensì si trova fuori del borgo, lungo la via che collega il paese all'alta valle, quasi a creare un trade union tra la valle e il paese. L'interno conserva molte opere d'arte risalenti al 1500 di gusto tipicamente locale.

Attorno al borgo, nei primi anni del '900, Gromo fu meta di villeggiatura e di questo periodo restano numerose ville liberty immerse nel verde.

Una visita in un luogo come Gromo non può non prevedere una tappa gastronomica. I menù locali prevedono una vasta selezione di formaggi della Val Seriana e i tipici casoncelli alla bergamasca, simili a ravioli fatti a mano. Il Venerdì Santo, una tradizione vuole che a Gromo si mangi la "maiasa", una torta di farina gialla, cipolle e fichi secchi.

Per raggiungere Gromo si deve arrivare a Bergamo con l'autostrada A4 e poi da Torre Boldone si segue la SS671 della Val Seriana per circa 38 chilometri.

  • shares
  • +1
  • Mail