Tinto Brass e il film su Vallanzasca: il cinema torna protagonista a Milano



Dopo la dichiarazione d'intenti di Finazzer Flory ("il cinema deve tornare a Milano"), si muovono i primi passi. Il regista erotico è il primo degli ospiti all’interno di una rassegna di incontri e dibattiti organizzata dal Comune e dalla Fondazione Mazzotta. In Terrazza Martini, piazza Diaz 7, presenterà la rassegna Shunga Movies, rassegna di cinema erotico giapponese, in programma al Cinema Gnomo di via Lanzone 30, da martedì 19 a domenica 24 gennaio (Qui il pdf del calendario).

Si apre con Tinto Brass un ciclo di incontri con registi che hanno girato, stanno girando o lavoreranno in città. Il suo punto di vista è particolarmente interessante per affrontare la dimensione erotica sulla scena pubblica, la trasformazione dei nostri costumi e i modi di mettere insieme immagini e parole su un tema così ambiguo

Dopo Brass, domenica 28 gennaio, l'ospite sarà Michele Placido che in questi giorni sta girando in città il film sulla vita di Vallanzasca "Il fiore del male" interpretato da Kim Rossi Stuart e Paz Vega. Finazzer è riuscito in un exploit non indifferente: niente più tasse per le produzioni che gireranno film a Milano.


Sì, il film ha il patrocinio del Comune di Milano. Non costerà un euro al contribuente. Già il fatto che sia qui al lavoro un artista di livello internazionale come Michele Placido è una garanzia. Sull’onda di questo film, approveremo un pacchetto di misure per abolire l’imposta sull’uso dei luoghi pubblici e stringere convenzioni con alberghi e catering per chiunque venga a girare a Milano. Del resto, un film su Vallanzasca non si poteva fare se non qui, e porterà l’immagine della città in tutto il mondo.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: