Renzo Bossi: sarà Assessore Regionale allo Sport?

renzo bossi assessore sport

Figlio del senatur Umberto, Renzo Bossi, la trota pluribocciata - ha rifatto la maturità per la terza volta l'anno scorso, senza passarla - potrebbe essere il prossimo Assessore Regionale allo Sport. Sostituirebbe il caduto in disgrazia Piergianni Prosperini. Ok: tempo fa, era montata una discreta polemica, su una presunta sua nomina - poi smentita - a un “Osservatorio sulla trasparenza e l’efficacia del sistema fieristico lombardo”. Meritocrazia, portami via: come al solito.

Non se ne era fatto nulla: la candidatura del figlio del senatur era stata "bruciata". Ma quello che esce dalla porta, rientra dalla finestra: o magari da una lista bloccata, in cui a capo c'è Roberto Formigoni, che salvo ribaltoni al momento imprevedibili, verrà rieletto per la miliardesima volta alla guida della regione Lombardia. Leggo su Varese Notizie che


Renzo Bossi potrebbe essere inserito nel listino bloccato del Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, che gli consentirebbe di entrare al grattacielo Pirelli senza passare dal voto. Il giovane Bossi, ormai da tre anni, è il dirigente della nazionale di calcio della Padania, detentrice della Viva World Cup, la competizione riservata nazioni non riconosciute. (...) il figlio del Senatur è anche il presidente di un'associazione di piccole e medie imprese del territorio di Varese che ha lo scopo di promuovere il marchio del "Made in Italy" nel mondo

Ok: prima che vi piantiate dalla rabbia quel tagliacarte nella coscia come in Frankenstein Junior, aspettate. Leggo con sorpresa che gli stipendi più alti, nel settore della pubblica amministrazione in Lombardia, si acchiappano dove? Ma in Regione!

Partiamo da chi se ne sta al vertice:


Formigoni, comanda, con 12.217 euro al mese, poi Penati (credo che Podestà percepisca ora più o meno la stessa cifra, ndr) con 9.306 e Moratti 9.124

ok. Ora prendiamo in esame i dati della Regione, è lì che potrebbe andare a svernare un mitologico animale: me lo immagino così, metà trota e metà somaro, senza offesa, sia chiaro, per il simpatico mammifero quadrupede della famiglia degli equini:

I Paperoni della politica abitano al Pirellone. C’è lo stipendio lordo, c’è una diaria esentasse che tutti i mesi porta 2.600 euro in tasca. E poi c’è un rimborso spese di trasporto che in un anno può far incassare anche poco meno di 20mila euro. Risultato: non solo il governatore Formigoni e i suoi assessori, ma anche tutti gli ottanta consiglieri regionali viaggiano al minimo a 9000 a euro netti al mese. Un consigliere comunale o provinciale, invece, fatica ad arrivare a 2000

Ok: ora potete piantare il tagliacarte nella coscia.

  • shares
  • +1
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: