Balzoo, la onlus milanese che regala cibo per cani e gatti

Ovviamente, solo a chi è in difficoltà economica e ha bisogno di un aiuto per non essere costretto a cedere il peloso compagno.

Solitamente di fronte ad attività del genere, e soprattutto in periodo di crisi, in molti reagiscono inarcando il sopracciglio: "Non ci sono cose più importanti di cui occuparsi?". Ebbene sì, ci sono; per fortuna però il mondo del volontariato è ampio e attivo e quindi ci si può permettere di pensare anche a donare cibo per cani e gatti a chi si trova in difficoltà economica (mantenere animali costa) e altrimenti sarebbe costretto a cedere ad altri il proprio compagno.

È di questo che si occupa Balzoo (Banco alimentare zoologico onlus), creata da Luigi Griffini, imprenditore, che altro non fa che organizzare una raccolta di scatolette nei supermercati e nei negozi per cani e gatti e raccogliere finanziamenti volontari (la gran parte dei quali arriva da un paio di aziende del settore che si sono impegnate a sostenerle Balzoo). Il quartier generale della onlus è in viale Teodosio (zona Lambrate), ma ormai gran parte delle consegne avviene a domicilio grazie alla collaborazione con i City Angels.

A collaborare con Balzoo c'è anche il Comune, ragion per cui le segnalazioni arrivano spesso attraverso l'assessorato al Welfare di Majorino. Per avere maggiori informazioni sulla onlus basta consultare il sito, anche per fare una donazione, mentre per richiedere assistenza si può telefonare allo 02/94755212 o compilare il modulo di questo link.

Tra gli obiettivi di Balzoo non c'è solo l'assistenza delle scatolette:

1) Smantellare il “malaffare” dei canili per porre fine agli sprechi di soldi pubblici, ridare dignità ai cani abbandonati e stimolare le adozioni con sgravi e sconti fiscali a chi adotta un cane
2) Sostenere le famiglie e i pensionati in difficoltà economica, spesso abbandonati dalle istituzioni, che non riescono a far fronte alle spese per il mantenimento del loro animale domestico evitando così abbandoni
3) Fare “pressione” e concrete “proposte” alle istituzioni per rendere il territorio più vivibile insieme ai cani. Più aree cani in città, strutture dog frendly ed anche istruire i proprietari al rispetto del territorio. Basta agli assurdi divieti!
4) Diffondere una rete nazionale di volontari organizzati che non donano solo il loro tempo ma che trasmettono negli altri la speranza in un futuro migliore e la “bellezza” e la “gioia” di fare del bene
5) Progetto scuola: portare fra i giovani il messaggio della solidarietà verso i meno fortunati, far capire il valore del rispetto per gli animali e che da questi possono imparare come amare il prossimo. Aiutare i ragazzi a scoprire la bellezza del contributo che anche loro possono portare a questa causa, contributo che, anche se piccolo, fa diventare grandi.

balzoo

  • shares
  • Mail