Malpensa: il 13 giugno l'asta degli oggetti smarriti

Sul sito l'elenco e la gallery fotografica della merce in vendita

L'appuntamento è per venerdì 13 giugno alle 9.30, all'aeroporto di Milano Malpensa 2,zona partenze, ingresso lato farmacia. È fissata per allora l'asta degli oggetti smarriti nello scalo milanese. Un appuntamento a quanto pare richiesto a gran voce dai cittadini e che si ripete annualmente (il video riguarda l'asta dello scorso anno). Verranno messi all'asta gli oggetti smarriti e non non reclamati da nessuno entro i termini previsti per legge (un anno). Dal punto di vista tecnico, la vendita dei beni rinvenuti in ambito aeroportuale non doganale è curata dall’Istituto di Vendite Giudiziarie e funziona esattamente come tutte le altre aste di beni pignorati.

Chi vuole, può visionare gli oggetti oggi e domani, dalle ore 9 fino alle ore 13, presso il magazzino dell’aeroporto Milano Malpensa 2, piano terra, zone partenze. Sul sito dell'aeroporto è stato però pubblicato già un elenco dei beni che verranno messi all'asta, con relativo prezzo di partenza. Gli articoli, come in ogni asta che si rispetti, verranno aggiudicati al miglior offerente, per questo il consiglio è di approfittare della possibilità di vedere in anteprima la merce per capire fino a che punto spingersi con le offerte. Il confine tra un affare e una fregatura è molto sottile, specialmente per quanto riguarda gli oggetti elettronici, per cui non è garantito il funzionamento.

Sono molti, in effetti, gli articoli elettronici presenti nel catalogo (che in tutto si compone di 163 pezzi. Fanno bella mostra ben 32 iPad, di vari modelli, decisamente l'oggetto elettronico che viene smarrito più di frequenta a Malpensa dopo i cellulari, ma sono diversi anche i Pc portatili. In questo caso è più che lecito avere dei dubbi sul buon funzionamento degli articoli, e infatti il prezzo di partenza è decisamente abbordabile: intorno ai 60 euro. Buono per chi magari cerca dei pezzi di ricambio.

Ma l'oggetto smarrito più di frequente è sicuramente l'orologio, tanto che sarebbe impossibile venderli singolarmente e perciò sono messi all'asta in sacchetti da 60 pezzi ciascuno. Stesso discorso per i cellulari, messi all'asta in pacchetti da 10 o 30. Per chi vuole farsi una prima idea dello stato della merce, il sito di Malpensa mette a disposizione anche una gallery fotografica.

Il prezzo finale va maggiorato del 10% più Iva per i diritti d'asta, più 2 euro di bollo. Il pagamento può essere effettuato in contanti solo per valori inferiori ai 1000 euro, altrimenti bisognerà pagare con assegno bancario. Chi acquista materiale elettronico, ha l'obbligo di distruggere tutti i dati sensibili in esso contenuti. Obbligo che va esteso anche a tutti gli altri dati sensibili trovati in oggetti non elettronici.

Non potete partecipare all'asta di venerdì? Niente paura, il 16 giugno 2014 è già fissato un secondo esperimento di vendita, stesso posto, stessa ora.

An unidentified woman raises the hand to

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: